Home ATTUALITÀ Covid, curva in salita nel XV. Gli ultimi dati per quartiere

Covid, curva in salita nel XV. Gli ultimi dati per quartiere

Dall’analisi della mappa analitica gestita dal Seresmi, il Servizio Regionale per Epidemiologia, Sorveglianza e Controllo Delle Malattie Infettive, aggiornata in queste ore, si apprende che i romani contagiati da covid dall’inizio della pandemia a domenica 28 febbraio sono 119.233.

Rispetto alla precedente fotografia del 21 febbraio, quando ne furono contati in tutto 115.291, l’incremento in una settimana è stato +3942 casi. Un dato allarmante se pensiamo che una settimana prima era stato di +3020.

Per evitare fraintendimenti nella lettura dei dati, ricordiamo che la mappa del Seresmi descrive l’incidenza cumulativa dei casi covid-19 da inizio epidemia. Quindi non si tratta del numero dei casi attualmente positivi bensì del numero di casi complessivi dall’inizio dell’emergenza.

Risale il contagio nel Municipio XV

A Roma Nord, il territorio del XV Municipio aveva fatto registrare una crescita contenuta da metà dicembre per poi ridursi significativamente di settimana in settimana nel corso di gennaio fino a giungere a fine mese al più basso aumento settimanale mai raggiunto, solo +123.

Purtroppo la situazione attuale denuncia invece un inversione di tendenza che si sta manifestando da quattro settimane. Il totale dei casi da inizio pandemia al 28 febbraio è infatti 6735 e ciò significa che l’incremento sulla settimana precedente è stato di +244 che a sua volta fa seguito al +186, al +138 e al +123 di due, tre e quattro settimane fa.

 

Anche nel Municipio XV i casi di contagio hanno dunque ripreso ad aumentare di settimana in settimana con un trend raffigurato da questa curva che, dopo il lieve appiattimento da fine dicembre a tutto gennaio, da febbraio ha iniziato a risalire.

Il XV quartiere per quartiere

+54 a Tomba di Nerone, +44 a Labaro, +38 a La Storta sono questi i quartieri dove è stato registrato il maggior aumento di casi rispetto alla scorsa settimana. Sul versante opposto troviamo Foro Italico e Grottarossa Est-Saxa Rubra dove invece la crescita è veramente ai minimi termini se non addirittura zero da oltre un mese.

Ed ecco tutti i quartieri elencati in ordine di numero casi in assoluto da inizio pandemia al 28 febbraio 2021, con evidenza del numero di residenti (fonte Comune di Roma) e delle situazioni settimanali da inizio anno.

Preoccupa il quadrante Nord, è variante inglese

E’ un po’ tutto il quadrante Nord che registra una crescita accelerata. Sommando i dati del XV Municipio a quelli dei confinanti XIV e III si vede che il totale contagi da inizio pandemia al 28 febbraio ammonta a 23.534 casi ma che, soprattutto, solo nella settimana dal 21 al 28 l’aumento è stato di ben 817 casi.

“Molti colleghi che lavorano a Roma Nord mi fanno presente che in quell’area si è avuta una recrudescenza del virus” ha dichiarato al Messaggero Pier Luigi Bartoletti, medico che guida le unità operative sanitarie della Regione. “Riteniamo che siamo di fronte a casi di variante inglese, molto più aggressiva. Per esempio, rispetto al passato, notiamo che si contagiano tutti i componenti di una stessa famiglia. Dagli antigeniti rilevati con i test, anche quelli rapidi e non soltanto i molecolari, abbiamo scoperto che la gente si infetta anche con una carica batterica più bassa rispetto al passato”.

Uno sguardo agli altri Municipi

Per tornare ai dati della città, uno sguardo ai municipi col più alto numero di contagi dice che, al 28 febbraio, è sempre il VI (Prenestino-Centocelle) a essere al primo posto con 13.553 casi (+531). Al secondo posto, ancora il VII  (Appio Tuscolano), con 12.969 (+394) mentre mantiene la terza posizione il V Municipio (Torpignattara, Casilino, Gordiani, detto anche municipio “delle Torri”) con 10.843 casi (+324).

Il municipio invece col minor numero di contagi in assoluto è l’VIII (Ostiense, Garbatella, Tor Marancia, Grottapefetta) dove a fronte di circa 130mila residenti i casi di covid, da inizio pandemia al 28 febbraio, sono solo 4626 (+125 in sette giorni).

Test antigenici gratuiti

Con l’occasione ricordiamo che, fino al 31 marzo, studenti delle scuole superiori e personale scolastico di ogni ordine e grado possono fare il test antigenico gratuito grazie alla campagna Screening Scuole della Regione Lazio.

Senza necessità di richiesta del medico curante ma solo digitando il proprio codice fiscale ci si può registrare al seguente link https://prenota-drive.regione.lazio.it e fare il test nelle strutture dedicate della Asl Roma 1. Quelle più vicine ai residenti del XV sono in viale Tor di Quinto nei pressi di Ponte Milvio; in via San Daniele del Friuli, a Labaro, e all’Ospedale Sant’Andrea in via di Grottarossa (lato Flaminia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 COMMENTI

  1. Trovo che non sia molto professionale titolare “Covid, curva in salita nel XV” quando su una popolazione municipale di oltre 160.000 abitanti si sono avuti nell’ultima settimana una media di insignificanti 34 positivi (peraltro senza specificare se asintomatici sani o meno) al giorno. È un dato ampiamente sotto la media dell’ultimo anno e da solo non ha significato. Bisogna essere molto attenti quando si scrive di covid, perché il pericolo sempre in agguato è che ci si
    faccia prendere la mano da una narrazione superficiale e si finisca inevitabilmente per spargere terrore invece di offrire un’informazione corretta.

  2. è su tutti i giornali di oggi, l’Unità di Crisi Covid della Regione Lazio ha comunicato che i dati del contagio sono in aumento e raggiungono i livelli di due mesi fa, con un trend di crescita rispetto alle due settimane precedenti. Ha pure detto che lo scenario è previsto in netto peggioramento e che bisogna mantenere altissimo il livello di guardia. Nel nostro municipio ci sono stati 700 casi di contagio solo nel mese di febbraio con un rapporto di 417 contagiati ogni 10.000 abitanti.
    Però c’è chi nega che la curva è in crescita. Boh.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome