Home POLITICA Municipio XV, Gruppo PD: “Voto unanime su reinserimento sociale di senza tetto”

Municipio XV, Gruppo PD: “Voto unanime su reinserimento sociale di senza tetto”

homeless senza tetto
foto di repertorio
Percorso obesità: Centro per la cura dell’obesità

“Lo scorso ottobre avevamo presentato un ordine del giorno per la promozione di una serie di interventi rivolti alle persone senza dimora del nostro vasto municipio. Oggi ringraziamo il Consiglio tutto che si è espresso favorevolmente sulla nostra proposta. Il clima sempre più rigido e la mancanza di un numero sufficiente di ricoveri nella capitale mettono ancora oggi in serio pericolo tutti quelli che vivono in strada, in macchine, in roulotte, in immobili abbandonati e in accampamenti informali”.

Così in una nota il Gruppo del Partito Democratico del Municipio XV spiegando che “numerosi e importanti sono gli aiuti di cittadini e volontari di associazioni territoriali con consegna di cibo e coperte. Per uscire però dall’assistenzialismo sono necessari degli interventi mirati e graduali: azioni di presa in carico che potenzino in sostanza il prezioso contributo del Terzo settore. Una volta effettuata una ricognizione dei singoli casi, va offerto infatti in prima battuta un supporto psicologico, per passare poi all’accoglienza in centri nei nostri quartieri, dove poter far trascorrere oltre alla notte anche l’intera giornata occupata in attività”.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Per i consiglieri dem del XV si tratta quindi di “un lavoro molto lungo che non si dovrà esaurire con questa amministrazione, ma dovrà essere portato avanti anche dalla prossima con perseveranza. Occorre superare la logica del perenne stato di emergenza, in prossimità dei periodi maggiormente freddi o caldi, e mettere a sistema una serie di servizi intorno a quell’utenza fragile per un reale reinserimento sociale, ma soprattutto occorre chiudere la stagione dei selfie da campagna elettorale degli esponenti politici di quei partiti che sfruttano gli esseri umani per acquisire consenso”.

“La difficoltà di persone che vivono al freddo – conclude la nota – prima ancora di essere degrado è un problema sociale e come tale va affrontato senza strumentalizzazioni vergognose.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

  1. Parole…niente altro che parole! Ordini del giorno, note, proposte…mentre gli interventi a favore di sbandati e senza tetto sono esclusiva della Caritas e della buona volontà dei cittadini. La bandiera della sinistra, quella dell’accoglienza e dell’inclusione, si “ammoscia” davanti alla realtà dei fatti.
    Andate a 100 metri dal vostro Municipio a guardare come dozzine di disperati vivono sotto i cavalcavia di cemento….proprio sotto il vostro naso! Andate sulla Via Flaminia ne troverete altrettanti!!
    Una capitale con 3.000.000 di abitanti con la più alta “addizionale comunale” che non è in grado di assicurare qualche migliaio di posti letto in strutture, ostelli, dormitori comunali…l’unica cosa che si fa quando fa freddo è aprire le stazioni della metropolitana giusto per aggiungere degrado a degrado.
    Questa sarebbe “democrazia”? Il governo del popolo per il popolo?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome