Home ATTUALITÀ Al Liceo Pascal i ragazzi non vogliono tornare in classe

Al Liceo Pascal i ragazzi non vogliono tornare in classe

Liceo-Pascal-PonteMilvio-Labaro
Beauty journal

Tira aria di protesta al Liceo Pascal di Roma dove gli studenti sia della sede di Labaro che in quella di Ponte Milvio hanno deciso di non rientrare in classe perché ritengono che siano ancora troppi i rischi di contagio.

La decisione è stata presa dal comitato studentesco a seguito di numerosi dibattiti con le classi ed è stata poi comunicata con una lettera inviata al dirigente scolastico e ai docenti.

Le motivazioni che li hanno spinti a non rientrare in classe con la  didattica in presenza, per di più al 50%, preferendo ancora quella a distanza, sono tante e come si legge nella loro lettera vanno “dall’elevato rischio di contagio presente sui mezzi pubblici al mancato supplemento delle corse che i servizi regionali Atac e Cotral avevano dichiarato; dall’elevato numero di contagi presenti nella nostra regione all’impossibilità di tenere la temperatura minima consentita all’interno delle classi”.

Ma non solo, lamentano anche “i disagi fisici e psicologici causati dalle mascherine chirurgiche in un tempo di sei ore e la mancata attività laboratoriale indispensabile ai fini dell’esame”.

In loro c’è consapevolezza che tale decisione aumenterà le ore di assenza di ciascuno ma credono fermamente “che sia meglio questo piuttosto che rischiare di contagiare noi e i nostri cari”.

“Gli ostacoli che si frappongono ad un rientro a scuola sono veramente tanti” sostengono i ragazzi affermando di saper bene che “la didattica a distanza non è una soluzione, che in questo modo la didattica in generale sprofonda ogni giorno di più ma che per la salute di tutti è l’unica cosa che possiamo permetterci”.

I ragazzi chiudono la lettera con parole di speranza e una richiesta di solidarietà: “Nell’augurio di un futuro rientro a scuola in totale sicurezza, auspichiamo che comprendiate i disagi comuni a noi tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 COMMENTI

  1. Sono completamente d’accordo con i ragazzi per di più in classe hanno porte e finestre aperte, fa molto freddo e rischiano di ammalarsi ed abbassare ancora di più le loro difese immunitarie!!! Si poteva aspettare ancora un po’ per il rientro a suola!

  2. So che sono dello stesso parere anche gli studenti del liceo De Sanctis. Assurdo nelle condizioni attuali rischiare di diffondere il contagio in modo esponenziale ai ragazzi e alle famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome