Home CRONACA Aggredirono troupe Rai, “Daspo Willy“ ai due ultras arrestati

Aggredirono troupe Rai, “Daspo Willy“ ai due ultras arrestati

polizia-di-sera
++ foto di repertorio ++

Dopo le perquisizione e gli arresti domiciliari di ieri da parte della Digos capitolina,  gli agenti della Divisione Anticrimine della Questura di Roma, diretta da Angela Altamura, hanno notificato oggi i cosidetti “Daspo Willy” ai due ultras della Lazio che si sono resi protagonisti dell’aggressione alla troupe della Rai che  lo scorso 20 dicembre stava realizzando alcuni servizi connessi all’emergenza pandemica per conto della trasmissione “Storie italiane“.

Nei confronti degli arrestati, il Questore Carmine Esposito ha applicato per la prima volta nella provincia di Roma tale provvedimento col quale ai due ultras viene vietato per due anni di frequentare locali pubblici quali pub, bar e ristoranti della zona di Ponte Milvio, storico luogo di ritrovo dei tifosi laziali.

Il cosiddetto “Daspo Willy”, una nuova norma varata dopo l’uccisione di Willy Monteiro Duarte, ha lo scopo di tener lontano da bar e locali pubblici persone socialmente pericolose che hanno preso parte a disordini all’interno o nelle immediate vicinanze di locali, oppure che hanno commesso nei medesimi luoghi reati contro la persona o il patrimonio.

Nel caso di violazione del provvedimento adottato nei loro confronti, i due giovani, esponenti della tifoseria ultras della Lazio e già noti per il coinvolgimento in episodi di violenza da stadio, rischierebbero da 6 mesi a 2 anni di carcere ed una multa che va da 8mila a 20mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome