Home CRONACA Consulta Disabilità Municipio XV: “E’ emergenza trasporto scolastico” 

Consulta Disabilità Municipio XV: “E’ emergenza trasporto scolastico” 

scuolabus

“Ad oltre un mese dall’avvio dell’anno scolastico, le criticità iniziali relative al trasporto riservato a studenti D.A. sono diventate una emergenza cronica. Non viene, infatti, ancora erogato in maniera completa in attesa della emissione degli orari definitivi di scuole e istituti”.

E’ quanto dichiara Alessandra Valenzi, Presidente della Consulta permanente della Disabilità Municipio XV, spiegando che “La confusione delle direttive poco chiare unita ai passaggi di responsabilità e competenza sul tema del trasporto, da sempre sollevato e mai ascoltato, si va a sommare al periodo difficile della emergenza sanitaria che ha travolto le persone con disabilità e inevitabilmente le loro famiglie”.

“In generale, tali emergenze, oramai non più rinviabili,  sono state oggetto di note. Nello specifico, in questi ultimi anni la nostra Consulta ha più volte denunciato una situazione critica, attraverso le più svariate segnalazioni  di ritardi nell’acquisizione delle domande trasmesse all’Ufficio mobilità, ritardi nell’attivazione del servizio, problematiche della vita della persone con disabilità in relazione alle terapie erogate  contemporaneamente  a quelle delle lezioni, le deleghe e la estenuante attesa per ottenere informazioni certe da dare alle famiglie”.

“Quest’anno eravamo già pronti alle prevedibili difficoltà e per tale motivo, abbiamo chiesto nuovamente  un tavolo di confronto per  poter mettere in atto delle strategie che possano finalmente dare un servizio adeguato e legittimo. L’impegno assunto dal Comune di Roma durante incontri dell’Osservatorio del Trasporto collettivo è stato quello di attivare un tavolo specifico sul trasporto scolastico  con il Dipartimento Scuola di cui ancora non se ne ha conto”.

“Nel frattempo la Consulta del nostro Municipio XV ha portato all’attenzione dei responsabili del servizio una serie di segnalazioni, aggravatesi maggiormente in questo periodo, che non ha mai ricevuto soluzioni. Tale situazione è insostenibile e ricade sul diritto allo studio e all’inclusione degli studenti con disabilità e di conseguenza sulle loro famiglie già tanto provate per la mancanza di servizi fondamentali.
A tale emergenza il Comune di Roma ha il dovere di dare una risposta concreta che produca significativi e immediati cambiamenti anche alla luce dei nuovi orari disposti dall’ultimo DPCM”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome