Home TEMPO LIBERO Tor di Quinto, a marzo 2021 torna il Cirque du Soleil

Tor di Quinto, a marzo 2021 torna il Cirque du Soleil

cirque-du-soleil

A distanza di quattro anni dall’ultimo tour romano, le Cirque du Soleil tornerà nella capitale a marzo 2021 con Totem, uno spettacolo che a undici anni dal suo debutto è stato visto nel mondo da più di 6 milioni di persone.

In realtà Totem era atteso per aprile 2020, era tutto pronto per l’arrivo a Roma dell’enorme carovana ma la pandemia l’ha bloccata in Canada, sede di origine del Cirque dove è stato fondato nel 1984.

A causa della diffusione a livello mondiale del coronavirus, a marzo 2020 la compagnia ha dovuto cancellare 44 produzioni in tutto il mondo e l’azzeramento degli incassi ha avuto come conseguenza un crac finanziario inaspettato e il licenziamento di circa 4mila dipendenti.

Dichiarata la bancarotta, a salvare il Cirque du Soleil è stato un gruppo di creditori che ne ha preso il controllo (investendo circa 400 milioni di dollari) e rilanciandone le attività. Da fine luglio la compagnia ha infatti ripreso gli spettacoli dopo tre mesi di stop.

Il tour in Italia, a Roma dal 17 marzo al 25 aprile

Tra Cirque du Soleil e Italia c’è un love affair. Tornare in Italia con i nostri show è una priorità” Ha assicurato il numero 1 del leggendario “tendone dei sogni” confermando il tour italiano che vedrà il Cirque prima a Roma e poi a Milano.

Nella capitale il grande “Chapiteau” sarà innalzato in viale Tor di Quinto, esattamente dove ad aprile 2017, per lo spettacolo Amaluna, occorsero 65 tir con circa 2mila tonnellate di equipaggiamento per montare l’enorme tendone alto 19 metri e fissato al terreno con 550 picchetti da un metro e mezzo l’uno e 1000 pali di acciaio a sostenerlo.
Otto furono i giorni necessari per montare l’intero villaggio che comprendeva, oltre al tendone, il foyer, le tende degli artisti, del box office, degli uffici amministrativi e della cucina impiegando oltre 300 persone addette ai servizi senza contare il personale fisso del Circo e gli artisti.

Grand Chapiteau e villaggio troveranno dunque nuovamente posto sul lato destro di viale Tor di Quinto, a poco meno di 2000 metri da Ponte Milvio in direzione esterna, in un’area di circa 40mila metri di proprietà del Comune di Roma.
Le operazioni prenderanno il via intorno a febbraio e lo spettacolo si terrà dal 17 marzo al 25 aprile.

Lo spettacolo

Totem, che a dieci anni dal suo debutto ha ipnotizzato più di 6 milioni di persone, si presenta come un viaggio affascinante nella storia dell’umanità.

Ambientato su un’isola che evoca la forma di una tartaruga gigante, Totem è pensato come un viaggio multisensoriale che ripercorre le principali tappe della specie umana, dagli anfibi fino al desiderio dell’uomo di riuscire a volare. Con esibizioni acrobatiche che evocano i momenti della storia dell’evoluzione, lo spettacolo descrive un mondo di personaggi archetipici che, in perfetta armonia con la Natura che li ospita, assistono e mettono in scena le perenni ed esistenziali domande sulla vita, raccontando, in alternanza tra scienza e leggenda, i sogni nascosti e le infinite possibilità dell’essere umano.

Dal punto di vista tecnico, Totem è uno degli spettacoli più innovativi mai realizzati dal Cirque du Soleil. Lo show prevede l’utilizzo delle più avanzate tecnologie di videomapping, capaci di creare straordinari effetti ottici e dar vita a proiezioni che interagiscono con i movimenti degli artisti in scena, producendo increspature, schizzi, e riflessi nell’acqua e nelle fiamme.

Totem vanta la firma inconfondibile di Guy Laliberté, fondatore del Cirque du Soleil, alla quale si affianca quella di uno dei registi più apprezzati del mondo dell’intrattenimento a livello mondiale, Robert Lepage, visionario maestro dell’uso della luce.  Lo spettacolo prevede un cast che si compone di 48 acrobati, attori, musicisti e cantanti.

I biglietti per il tour romano di marzo-aprile 2021 sono già in vendita su www.ticketone.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome