Home CRONACA Aereo nel Tevere, trovato il corpo del giovane pilota

Aereo nel Tevere, trovato il corpo del giovane pilota

aereo-nel-tevere

 

 

 

E’ stato ritrovato nella serata di ieri, martedì 26 maggio, il corpo di Daniele Papa, il giovane allievo pilota che insieme al suo istruttore, nel primo pomeriggio di lunedì scorso è precipitato con un aereo biposto nel Tevere.

Daniele Papa, 23 anni da compiere tra pochi mesi, dal momento dell’impatto risultava disperso; il giovane aveva all’attivo 41 missioni di volo, missioni che per legge consentono già di volare in autonomia sotto supervisione. Ieri sera il tragico ritrovamento proprio all’interno del velivolo; sembrerebbe infatti che il ragazzo non sia riuscito a slacciare la cintura di sicurezza e a mettersi in salvo.

Il corpo del giovane, rinvenuto all’interno dell’abitacolo inabissato alla profondità di circa dieci metri, è stato ritrovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco, che dopo aver messo in sicurezza il velivolo, hanno proceduto con le operazioni di recupero della vittima.

Sorte diversa per Giannandrea Cito, istruttore di volo qualificato della Scuola Urbe Volo e da due anni primo ufficiale RyanAir. Il trentenne, al fianco di Papa sul biposto, al contrario del suo allievo è riuscito a slacciare la cintura di sicurezza e a mettersi in salvo subito dopo l’impatto del mezzo con l’acqua. Soccorso dagli uomini dell’equipaggio di Pegaso 33 Elitaliana, è stato trasportato in eliambulanza in ospedale.

Ed è proprio dai racconti del pilota, tuttora ricoverato con alcune fratture ma non in pericolo di vita, che le ricerche del suo allievo sin da subito si sono concentrate sul velivolo, un Daimond Aircraft DA20-C1 con appena 1.080 ore di volo: lo stesso istruttore infatti, dopo essersi messo in salvo avrebbe cercato di liberare il suo allievo dal sedile, purtroppo senza riuscirci.

L’aereo, decollato dall’aeroporto dell’Urbe poco prima delle 15.00 di lunedì scorso, dopo alcune manovre d’emergenza si era inabissato nelle acque del fiume all’altezza di Via Vitorchiano, strada parallela a Via Flaminia, poco distanza dall’aeroporto di Via Salaria.

Polizia Fluviale e Vigili del Fuoco hanno proseguito le operazioni di ricerca per oltre ventiquattrore con non poche difficoltà per la profondità del fiume in quel tratto e la scarsa visibilità, fino a quando nel tardo pomeriggio di ieri hanno ritrovato il corpo del giovane disperso. Le attività di individuazione del velivolo e di recupero del ragazzo hanno richiesto alcune ore, complicate anche dalla forte corrente del fiume in quel tratto.

Ancora da chiarire invece le cause dell’incidente, si fa strada tra le ipotesi quella di un guasto al velivolo. Al riguardo l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un’inchiesta di sicurezza di sua competenza sull’incidente e disposto contestualmente l’invio di un proprio investigatore sul luogo dell’incidente.

Oltre al Sindaco di Cerveteri, comune di residenza di Daniele Papa, che ha espresso il suo cordoglio per la morte del giovane anche la Scuola Urbe Aereo si è stretta al dolore della famiglia: “Scuola Urbe Aero ha appreso con grande tristezza del ritrovamento del corpo senza vita dell’allievo Daniele Papa, coinvolto nel drammatico incidente di ieri. La Scuola esprime il più profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Daniele per questo tragico evento” – si legge in una nota di ieri sera.

Ludovica Panzerotto

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome