Home ATTUALITÀ Attenzione al falso volantino del Ministero dell’Interno

Attenzione al falso volantino del Ministero dell’Interno

falso volantino

Sembra autentico ma non lo è. Anche se scritto su carta intestata del ”Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza” con il logo della Repubblica Italiana è un clamoroso falso. Diffidate.

Il caso risale ad alcuni giorni fa, ma è esploso nelle ultime ore con un veloce intenso passa parola sui canali social e sulle chat di gruppo whatsapp dove viene fatto girare come una trottola.

Il caso. In questi giorni c’è un falso volantino che viene trovato affisso negli androni dei palazzi e sui muri dei quartieri – il primo caso è di tre giorni fa nel quartiere San Giovanni – che a nome del Ministero dell’Interno invita eventuali non residenti degli stabili a lasciare le abitazioni che li ospitano per rientrare nel proprio domicilio di residenza; il tutto perché sarebbe in corso l’attività di controllo delle autorità.

Riporta anche l’obbligo di presentare, a richiesta, la documentazione di affitto della casa e i propri documenti con foto. Non solo, per chi non adempie sono previste anche improbabili sanzioni che vanno da una multa di di 206 euro all’arresto fino a tre mesi e come se non bastasse  alla “reclusione da 3 a 12 anni nei casi più gravi“.

Falso. Tutto falso. Un falso segnalato come tale sul sito e sui canali social della Polizia di Stato. “Si tratta di un falso – avvertono gli investigatori – un tentativo di intrusione nelle abitazioni. Potrebbe essere l’astuta mossa di qualche malintenzionato per entrare nelle case in questo periodo di emergenza per covid19”.

“Questo volantino è assolutamente falso – ha ribadito al TG3 di domenica 29 marzo Massimo Improta, dirigente della Questura di Roma – I cittadini non devono cadere nell’errore. Per questo raccomandiamo che se qualcuno suona alla porta con questa scusa di contattare immediatamente il numero di emergenza per segnalarne tempestivamente la presenza e consentire alle forze dell’ordine di intervenire con tempestività. Pensiamo che dietro al volantino ci sia un’unica mano, nel senso di un unico ideatore, ma che altri se ne stiano approfittando”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome