Home ATTUALITÀ Coronavirus: sindaco Formello vieta attività motorie e limita passeggiate cani

Coronavirus: sindaco Formello vieta attività motorie e limita passeggiate cani

jogging-cane

Giro di vite a Formello, cittadina ai confini del Municipio Roma XV,  nella quale il sindaco Gian Filippo Santi ha vietato da oggi le attività motorie all’aperto. Ma non solo anche le “uscite cani” subiscono una drastica limitazione, non si potrà andare oltre i 500 metri dalla propria abitazione. Promessi ferrei controlli della Polizia Locale.

Ad annunciarlo è lo stesso sindaco che rivolgendosi con un comunicato ai formellesi dice loro che la decisione è stata presa dopo aver considerato l’evolversi della situazione epidemiologica, l’aumento dei casi nei Comuni limitrofi ma soprattutto l’eccessivo numero di cittadini fuori casa per fare sport.

Pertanto da oggi, 19 marzo, “è fatto divieto – scrive il primo cittadino – di praticare le attività sportive e motorie all’aria aperta, sulle strade, viali, aree verdi aperti al pubblico, con o senza recinzione. Le attività sportive e motorie all’aria aperta saranno consentite esclusivamente a coloro che ne hanno bisogno per oggettivi motivi sanitari, nel rispetto delle dovute precauzioni, rammentando il divieto di ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico oltre che l’obbligo di mantenimento dei contatti sociali ad una distanza interpersonale di almeno un metro, e nelle immediate vicinanze delle proprie abitazioni”.

I proprietari di cani potranno invece accompagnarli per l’espletamento dei bisogni fisiologici al massimo nel raggio di 500 metri dalla loro abitazione.

“L’adozione di questa ordinanza restrittiva si è resa necessaria a seguito delle segnalazioni che indicano il diffondersi oltremisura ed in modo incontrollabile dell’attività sportiva e motoria nel territorio di questo Comune. Ribadisco con fermezza – conclude il sindaco – restate a casa! In un momento così delicato questa misura si rende indispensabile per sconfiggere l’epidemia. Usciamo esclusivamente per motivi di necessità”.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome