Home ATTUALITÀ Si va verso lo stop all’uscita di casa per attività motoria

    Si va verso lo stop all’uscita di casa per attività motoria

    runner-roma

    Troppi equivoci ha creato e sta creando l’articolo del DPCM che consente di uscire di casa per svolgere attività motoria. “Credo che nelle prossime ore dovremo prendere in considerazione la possibilità di porre il divieto completo di attività fisica all’aperto“. Il continuo, incessante appello del governo e di tutte le istituzioni è “di restare a casa – ha aggiunto – se non sarà ascoltato dovremo porre un divieto assoluto“.

    E’ quanto ha dichiarato oggi al TG1 della Rai il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, alla luce del fatto che il numero delle persone sanzionate perché trovate a spostarsi senza giustificazione sono ancora tantissime.

    Nelle ultime 24 ore infatti, a fronte di 187.455 controlli effettuati in tutt’Italia sono state quasi 8.300 le persone a cui è stata contestato uno spostamento. Nel dettaglio 8.089 i denunciati per inosservanza alle disposizioni, 204 quelli per aver affermato il falso.

    In totale, nella prima settimana di controlli, sono state un milione le persone controllate e 43mila quelle denunciate.

    6 COMMENTI

    1. Sarebbe ora !!! Dovevano farlo 10 giorni fa
      Peccato che ci siano incoscienti a giro che mettono a rischio altre persone
      Totalmente irresponsabili!!!

    2. A tutti quelli che commentano scrivendo “era ora”.
      Vorrei vedere a voi fumatori senza le tabaccherie aperte.
      Ognuno ha la sua dipendenza c’è chi ama rovinare i polmoni fumando e chi ci tiene alla salute facendo semplice attività fisica.

    3. Certo che fa impressione la serie di provvedimenti anticontagio così come fa impressione quello che questo virus sta provocando nel paese, lo stop anche alle attività motorie esterne corsa, pedalata e passeggiata ci penalizza fortemente, sopratutto la passeggiata che abbatte fortemente il nervosismo dovuto dall’insieme di diversi fattori, mangiamo dunque di meno perché meno sono le energie che ci servono e ci rilassiamo aspettando come sta accadendo in Cina il progressivo recupero della normalità.
      Si tratta sempre di un’influenza per quanto virulenta e nefasta passerà come le altre.

    4. Sono d’accordo! Purtroppo c’è ancora gente con bassissimo quoziente intellettivo che continua a non capire!! La corsetta di pochi idioti vanifica il sacrificio di tante persone responsabili

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome