Home ATTUALITÀ Coronavirus, nel Lazio ancora no picco. D’Amato: “Forse tra una settimana”

Coronavirus, nel Lazio ancora no picco. D’Amato: “Forse tra una settimana”

regione-lazio

Ad oggi, come da ultimo  bollettino, sono 200 i casi positivi al Covid-19. Abbiamo iniziato la  settimana con 102, quindi c’è stato un progressivo incremento e ci  aspettiamo un aumento nella giornata di oggi”.

Lo ha detto l’assessore alla Sanitàdella Regione Lazio, Alessio D’Amato, ospite alle 7.30 di questa mattina di ‘Buongiorno Regione’ del TGR Lazio.

Noi pensiamo che il Lazio non arriverà ai numeri della Lombardia, però ci stiamo attrezzando lo stesso, soprattutto con il potenziamento della rete ospedaliere e delle terapie intensive. Sono 400 i posti dedicati alle malattie infettive e 169 i posti di terapia intensiva dedicata al Covid-19, che si vanno ad aggiungere – ha spiegato – ai 570 posti di terapia intensiva ordinaria“.

A chi gli chiedeva, se in caso di picco la Regione Lazio fosse pronta a chiedere misure più restrittive, l’assessore ha risposto: “Io non parlerei ancora di picco, perché i nostri tecnici e i nostri scienziati ci dicono che questo avverrà più in là. Ci vorrà almeno un’altra settimana” ha spiegato l’assessore.

La situazione al 13 marzo

Successivamente,nel primo pomeriggio, si è tenuta la quotidiana videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl, delle Aziende ospedaliere e dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù.
Rispetto a ieri registriamo un aumento di 77 casi di positività, ma c’è anche un incremento delle persone guarite dal COVID-19 che sono 24. Escono dalla sorveglianza in 597, ovvero hanno terminato la quarantena. Ad oggi sono stati effettuati circa 6.500 tamponi per il COVID-19” ha commentato D’Amato.

Ad oggi, venerdì 13 marzo, la situazione nelle Asl e negli Ospedali del Lazio la situazione è la seguente.

Asl Roma 1 – 4 nuovi casi positivi. 104 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Dal 17 marzo disponibili ulteriori 8 posti di pneumologia. Da martedì 17 marzo sarà attivato il laboratorio per test COVID-19;

Asl Roma 2 – 20 nuovi casi positivi. 55 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Deceduta una donna di 88 anni al Policlinico Casilino per shock settico e polmonite. Attivati 2 posti di terapia intensiva all’Ospedale Pertini. Da mercoledì 18 marzo sarà attivato il laboratorio per test COVID-19;

Asl Roma 3 –16 nuovi casi positivi. 57 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 4 – 3 nuovi casi positivi. 80 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 5 – 3 nuovi casi positivi. 62 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Dal 28 marzo disponibili ulteriori 10 posti di terapia intensiva;

Asl Roma 6 – 9 nuovi casi positivi. 92 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl di Latina – 10 nuovi casi positivi. 49 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Dal 23 marzo disponibili ulteriori 12 posti di terapia intensiva;

Asl di Frosinone – 6 nuovi casi positivi, 4 legati alla RSA di Cassino che raggiungono così quota 7. Blocco delle accettazioni presso la RSA e indagine epidemiologica in collaborazione tra Asl Frosinone e SERESMI Spallanzani. 1 paziente è guarito. Deceduto 1 paziente di 52 anni di Frosinone con grave patologia oncologica preesistente. 18 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Possibilità di implementare la disponibilità di 2 posti di terapia intensiva;

Asl di Viterbo – 4 nuovi casi positivi. 64 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare

Asl di Rieti – 2 nuovi casi positivi. 16 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Il 16 marzo saranno attivati ulteriori 11 posti di terapia intensiva per COVID-19.

Policlinico Umberto I – da lunedì 16 marzo saranno disponibili ulteriori 26 posti di malattie infettive e ulteriori 8 di terapia intensiva;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – da lunedì 16 marzo saranno disponibili ulteriori 8 posti di terapia intensiva;

Azienda Ospedaliera Sant’Andrea – possibilità di implementare 10 posti di terapia intensiva;

Policlinico Gemelli – da lunedì 16 marzo ulteriori 28 posti di malattie infettive e ulteriori 21 posti di terapia intensiva al COVID-19 2 Hospital Columbus;

Ares 118 – da questa mattina raddoppiate le postazioni del numero verde 800.118.800 dedicato al COVID-19. Attivato un settore dedicato al trasferimento dei pazienti COVID-19 tra i diversi presidi della rete ospedaliera regionale;

Policlinico Tor Vergata – da domani disponibili ulteriori 4 posti di terapia intensiva. Dal 16 marzo saranno disponibili ulteriori 16 posti di malattie infettive;

Azienda Ospedaliera San Camillo: lunedì 16 marzo saranno attivati 3 posti di terapia intensiva;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù: disponibili 16 posti di malattie infettive

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome