Home CRONACA Prima Porta, nasce Oliviadianum grazie ai ragazzi della Borghi

Prima Porta, nasce Oliviadianum grazie ai ragazzi della Borghi

panchina-cross-booking
immagine di repertorio

Sabato 11 gennaio nasce a Prima Porta Oliviadianum, un piccolo spazio che gli alunni della scuola Media Borghi (facente parte dell’Istituto Comprensivo Karol Wojtyla),  hanno costruito e curato all’interno del parco pubblico antistante la Villa di Livia grazie ai dei fondi del progetto ‘Generiamo Parità’ (un progetto per la sensibilizzazione contro la violenza di genere) della Regione Lazio.

Come nasce l’iniziativa?

A raccontarlo è il prof. Paolo De Sanctis. “Con i ragazzi della scuola per varie ragioni frequentiamo il parco pubblico antistante la Villa di Livia enel tempo abbiamo notato la mancanza di panchine e piccoli angoletti in cui sedersi, rilassarsi, leggere. Dato che in precedenti progetti la nostra scuola aveva già collaborato con due realtà del territorio, il Movimento Rosso Donna e l’Associazione Formae, abbiamo pensato di fare qualcosa tutti insieme sul tema della violenza di genere, che interessi inoltre il parco e l’importanza storico-letteraria della Villa”.

“Così ci è venuto in mente di chiedere con questo progetto la piantumazione di 8 alberi e l’installazione di tre panchine e di una cassetta da destinare al book-crossing” continua il professore che poi spiega la genesi del nome: “abbiamo dato a questo nostro piccolo tempietto arboreo il nome di Oliviadianum: un semplice gioco di parole, che fonde insieme i nomi di Livia (genius loci del parco) e Ovidio (nume tutelare di questa nostra idea)”.

Uno spazio didattico all’aperto

Questa una delle possibili utilizzazioni della piccola area verde, in particolare con la bella gestione, con lezioni su argomenti di età augustea e inerenti la violenza di genere e la cultura del rispetto. Lezioni all’aperto ma aperte a chiunque voglia assistere: genitori, associazioni, residenti.

E poi book-crossing, prendi un libro lascia un libro. Insomma, una vera Little Free Library come quelle già sorte a Vigna Clara, nel parco dell’Inviolatella di via di villa Lauchli, sulla Cassia, nei giardini di Tomba di Nerone, e a La Storta.

Sabato 11 gennaio l’inaugurazione

Sabato 11 gennaio, al termine dell’Open Day dell’Istituto, si terrà l’inaugurazione alla presenza degli alunni, dei docenti, delle associazioni e di rappresentanti del Municipio XV.

Dopo i saluti e i discorsi di rito, si provvederà ad assegnare i nomi agli alberi che saranno così battezzati: Ovidio, Dafne, Andromaca, Penelope, Proserpina, Ipazia, Malala e Sabrina Questo ultimo albero è dedicato alla professoressa Sabrina Dammicco, recentemente scomparsa. Infine, sarà messa in funzione la casetta dei libri.

Il tutto, come recita una targa già apposta in questi giorni, affinchè questo piccolo spazio battezzato Oliviadianum sia per il territorio e per  suoi abitanti un luogo di cultura, di memoria e di partecipazione.

6 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome