Home CRONACA Labaro, via Rubra e la questione del parcheggio selvaggio

Labaro, via Rubra e la questione del parcheggio selvaggio

via rubra

Un sopralluogo immediato sul posto per verificare lo stato della segnaletica e un incremento dei controlli nella zona da parte della Polizia Locale di Roma Capitale. Sono queste le soluzioni prospettate a VignaClaraBlog.it dal presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, per risolvere il problema della sosta abusiva in via Rubra, nel quartiere di Labaro, nella zona Nord della Capitale.

La situazione critica della strada si trascina da anni, se ne trova traccia in rete fin dal 2012. Recentemente è stata riportata alla luce da una residente con un lungo post di sfogo pubblicato su un gruppo Facebook, “Quelli del XV”, che si occupa dei problemi del territorio del Municipio a tutto tondo.

La vicenda

Sul social network la residente ha spiegato che via Rubra è una strada privata, “stretta e piena di curve”, ormai invasa dal parcheggio selvaggio. “Abbiamo presentato più volte esposti in quanto nella via c’è divieto di sosta con zona rimozione”, ha scritto. Eppure il provvedimento verrebbe “ignorato da molti” che, lasciando le auto anche in curva, contribuirebbero a rendere la viabilità incerta e pericolosa.

Non solo. Sempre secondo la residente esasperata, la segnaletica verticale non sarebbe più adeguata in seguito ai danni subìti. “Sono stati divelti in alcuni tratti – racconta – i segnali di divieto di sosta, è stato tolto il segnale di strada privata”, e ora è il caos. Il messaggio si conclude con una chiara richiesta di aiuto: “Capisco i milioni di problemi del XV Municipio, ma non si può sempre aspettare la tragedia per agire”.

Tutto è cominciato quando, all’inizio della strada privata, sono state rimosse la sbarre che delimitavano via Rubra e consentivano l’accesso solamente ai residenti. Il motivo di tale scelta lo spiega a VignaClaraBlog.it il minisindaco del Municipio: “Si tratta di una strada di pubblica utilità. Questo significa che è privata, ma deve rimanere aperta al pubblico traffico, proprio per la presenza di una stazione dei Carabinieri (in via Rubra 168/c, ndr). È questa la ragione per cui la sbarra che chiudeva la strada è stata rimossa”.

Stop al parcheggio selvaggio

Tuttavia ciò, secondo Simonelli, non deve inficiare l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. “In via Rubra già vige una determina dirigenziale (la 456 del 26 settembre 2002, ndr) che impone una serie di divieti di sosta. La disciplina di traffico illustra i tratti della strada in cui sono vietate la fermata e/o la sosta”, sottolinea.

Sì, ma se non viene rispettata? “Quello che posso fare a fronte di questa criticità – aggiunge – è scrivere formalmente alla Polizia Locale di Roma facendo riferimento alla determina esistente e alla segnalazione ricevuta, e quindi richiedere periodici e opportuni controlli nella via in questione affinché venga ristabilito un ordine in termine di parcheggio e viabilità”.

Ma prima ancora di procedere con le multe ai veicoli lasciati in divieto, è necessario verificare lo stato della segnaletica orizzontale e verticale. Lo conferma Simonelli: “Un’altra cosa che farò sarà richiedere un sopralluogo immediato alla Polizia Locale  per controllare se la segnaletica orizzontale e verticale è posizionata correttamente e corrisponde alla determina dirigenziale. Se così non fosse, le sanzioni non avrebbero validità e il nostro intervento sarebbe inutile”.

Il problema, quindi, potrebbe vedere presto una soluzione. “L’unica cosa che mi dispiace è che io personalmente sono venuto a sapere solo ora di queste difficoltà dei cittadini. Non sono a conoscenza di segnalazioni relative a via Rubra pervenute in presidenza negli ultimi anni, quindi verificherò nei prossimi giorni se dovessero essere arrivate formalmente delle lamentele in forma scritta da parte dei residenti e le stesse non siano state prese in carico con la dovuta attenzione”.

Camilla Palladino

1 commento

  1. 1) la strada è privata Pubblica utilità di cosa??? abbiamo fatto un piacere quando ce lo chiesero bastava dire di no e la sbarra restava dove era e credo che lo sappiano anche in circoscrizione …oltretutto ora serve x far tagliare il traffico da via dorno , visto che è privata e ci passa il mondo l’asfalto lo fate fare voi o come altre volte , nel tratto privato ci pensano i residenti??? molto semplice quando a risiedere in queste via non è qualcuno di importante. Mettere degli archi che delimitano il passaggio dei pedoni? tutte soluzioni semplici per essere attuate vero? i primi esposti , dite al presidente , sono stati presentati nel 2012… lui non c’era

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome