Home CASSIA Via Panattoni-via Azzarita, un incrocio mal segnalato a rischio incidenti

Via Panattoni-via Azzarita, un incrocio mal segnalato a rischio incidenti

VIA-PANATTONI

Ogni giorno almeno una mezza dozzina di auto e scooter rischiano la collisione a causa di un incrocio mal segnalato: è ciò che succede dove via Panattoni si immette in Piazza Azzarita.

Sebbene le auto provenienti da via Azzarita abbiano la precedenza, gli automobilisti che salgono da via Panattoni sembrano ignorarlo: vuoi per la presenza di alti edifici che limitano la visibilità ma anche perché la segnaletica che dovrebbe regolare il transito è del tutto inadeguata se non inesistente.

A cominciare dal cartello metallico con lo “stop” coperto dalla vegetazione e  quasi invisibile, e poi la segnaletica orizzontale inesistente; se a questo aggiungiamo le auto che sistematicamente parcheggiano in prossimità dell’incrocio limitando ulteriormente la visibilità, ecco che le precedenze vanno a farsi benedire.

Un problema, quello della segnaletica inadeguata, assai diffuso a Roma e all’origine di numerosi incidenti. Peraltro è anche assente il prescritto segnale di “preavviso allo Stop”  con l’indicazione dei metri che preannunciano l’obbligo di fermarsi per dare la precedenza sia a destra che a sinistra.

Francesco Gargaglia

3 COMMENTI

  1. I residenti si adoperino ad inoltrare opportuna segnalazione,al Comando della Polizia Locale XV Gruppo Cassia di Via Caprilli, preferibilmente con foto allegate e troverà giusta accoglienza. Per una situazione simile tra via di Sesto Miglio e via Lucio Cassio, una mia istanza ” adoperata con tenacia pazienza e cortese insistenza ” andò poi a buon fine- Marco Sesto Rufo

  2. Io ho segnalato più volte telefonicamente , già da tempo , la pericolosità dell’incrocio, proprio al Comando della Polizia Locale di Via Caprilli consigliando almeno l’installazione di uno specchio. Mi hanno detto che avrebbero controllato immediatamente . E poi il nulla…

  3. Telefonicamente le segnalazioni all’Amministrazione pubblica non trovano quasi mai accoglienza.Le stesse devono essere inviate,e più volte, per iscritto e con documentazione fotografica significativa,possibilmente da più residenti…” con tenacia molta, pazienza e cortese insistenza.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome