Home POLITICA Se fosse indetto il premio Stakanov del XV Municipio

    Se fosse indetto il premio Stakanov del XV Municipio

    municipio xv

    Al compimento del terzo anno di consiliatura, se fosse indetto il premio Stakanov del Municipio XV la medaglia d’oro andrebbe a Daniele Torquati (PD), a prendere l’argento sarebbe Emanuele Anzoino (M5S) mentre il bronzo andrebbe ex aequo al collo di Gina Chirizzi (PD), Domenico Corrao (M5S) e Andrea Imbimbo (LM).

    133 sono state le sedute Consiglio tenutesi da luglio 2016 a giugno 2019 e la graduatoria che ha portato a questi risultati è basata sul numero di presenze di ciascun consigliere.

    Presenza non significa efficienza, questo è scontato. L’operato di un consigliere municipale, oltre al numero di sedute alle quali è stato presente, si misura anche con la partecipazione alle commissioni, con le azioni prodotte, con le risoluzioni presentate, approvate e tradottesi in fatti compiuti.

    Senza voler troppo banalizzare, e non potendo quantificare tutti i parametri, ci limitiamo a guardare le presenze in Consiglio rilevando che solo il 60% consiglieri, con una percentuale di presenza superiore all’80%, sono stati assiduamente al loro posto nei lavori d’aula.

    Doverose però due precisazioni. La prima è che i due meno presenti, Stefano Simonelli e Marco Mileti, sono giustificati l’uno da impegni istituzionali connessi alla carica di Presidente del Municipio e l’altro da motivi strettamente personali.

    La seconda riguarda i consiglieri Stefania Linguanti e Giorgi Mori che sono entrati a far parte del Consiglio dal 18 aprile 2018; pertanto la loro presenza è stata misurata sui 63 consigli che si sono tenuti da allora a tutto giugno 2019.

    2 COMMENTI

    1. Mi stupisce che il presidente del Municipio non sia tra i più assidui. Davvero lo tengono lontano impegni istituzionali? La risposta potrebbe venire dal confronto tra le assenze dei presidenti nei vari Municipi.

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome