Home POLITICA “Case e Campi” a La Giustiniana e baracche sulla Flaminia: se ne...

“Case e Campi” a La Giustiniana e baracche sulla Flaminia: se ne discute in XV

xv municipio

Doppio appuntamento questa settimana per il Consiglio del Municipio XV. Il parlamentino di via Flaminia è stato infatti convocato mercoledì 30 in seduta straordinaria e giovedì 31 gennaio in ordinaria.

Mercoledì 30 la seduta avrà inizio alle 14.30 con prevista chiusura per le 18.30. All’ordine del giorno, trattandosi di una straordinaria appositamente convocata, un solo argomento: “Case e Campi” a La Giustiniana.

Come di consueto, i cittadini presenti potranno prendere la parola prima dell’inizio. Chi vorrà invece seguire i lavori d’aula tramite la diretta on line potrà farlo cliccando qui.

Giovedì 31 i lavori del Consiglio saranno aperti alle 12 con prevista chiusura alle 15. All’ordine del giorno, fra i diversi argomenti, la situazione di via Flaminia, altezza Labaro.

Si discuteranno infatti tre proposte di risoluzione che riguardano la rimozione della baraccapoli abusiva presente sotto il Viadotto Giubileo 2000; lo sgombero dei baraccamenti esistenti sotto il cavalcavia nel tratto di via Flaminia compreso fra via Vitorchiano e la stazione La Celsa e, infine, gli interventi necessari per mettere in sicurezza la consolare all’altezza di questa stazione.

Prima di metter mano alla situazione di via Flaminia il Consiglio dovrà esprimere il proprio parere su tre proposte di provenienza Campidoglio. La prima riguarda il “Regolamento per l’affidamento in comodato d’uso e la gestione delle aree verdi di proprietà di Roma Capitale per la realizzazione degli orti /giardini urbani”; la seconda “Approvazione del nuovo Regolamento Capitolino per la tutela degli Animali”, e la terza “Istituzione della Consulta Cittadina del Volontariato e dell’Associazionismo”.

Anche questa seduta, come tutte le altre, è aperta al pubblico e i cittadini presenti potranno prendere la parola prima dell’inizio della stessa. Chi vorrà invece seguire i lavori d’aula tramite la diretta on line potrà farlo cliccando qui.

1 commento

  1. Dipende forse dall’audio delle sedute ridotto ad un bisbiglio, faticoso l’ascolto quando l’ascolto, la comprensione, il dibattito, la partecipazione dei cittadini insomma è nelle novità del periodo indispensabile come effettivamente a disposizione a parte l’audio di scarsa qualità, l’accumulo dei problemi e di conseguenza l’insoddisfazione della cittadinanza.
    Siamo a quanto pare nell’imminenza del Reddito di Cittadinanza che promette una rivoluzione dei CPI e nuove figure lavorative come i Navigator ecc., ecc., per cui si ripropone ormai da tempo di favorire avvicinamenti alla politica con compromissioni (tessere) al fine di alimentare maggiormente il dibattito e contribuire con proposte alternative gli avvicendamenti al governo del Municipio piuttosto che del Paese imbarazzati anche nell’assistere a forme preoccupanti di disomogeneità di chi governa nella natura di questi sconclusionati Ordini del Giorno.
    Si discute di LSU lavori socialmente utili come effettivamente indispensabili attività di alto profilo possibilità realizzabili solo in ambito politico.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome