Home SPORT Corsa di Miguel, vent’anni di vita. E sempre di gran carriera…

Corsa di Miguel, vent’anni di vita. E sempre di gran carriera…

corsa miguel

Si corre anche quest’anno, e lo si fa per la ventesima stagione di fila, in onore di Miguel Sanchez, poeta-podista, personaggio simbolo della dittatura vissuta in Argentina, uno dei tanti, troppi “scomparsi” di un periodo storico da non replicare ma, comunque, da non dimenticare.

La corsa, che si terrà domenica 20 gennaio, è stata presentata nella palestra monumentale del Coni, presente fra gli altri il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò. La gara si svolgerà sul tradizionale percorso di dieci chilometri, lungo il Tevere e all’interno del Parco del Foro Italico, con usuale passaggio su Ponte Milvio e col traguardo allocato nello stadio Olimpico.

L’idea di massima è quella di festeggiare il ventennale con diecimila podisti al via, così da stabilire il record della manifestazione, che va in scena con le collaborazioni e i patrocini di Fidal, Coni Servizi, Roma Capitale, Regione Lazio e Uisp Roma.

Contro le barriere, per scavalcare le discriminazioni, la corsa-evento vede assegnare il pettorale numero 1 della competitiva all’atleta paralimpico Martin Sharples, protesizzato, un mito della della Corsa di Miguel che arriverà dall’Argentina. Numero 1 della “Strantirazzismo” (la passeggiata per le scuole e le famiglie che affianca la corsa di Miguel, ndr), sarà invece consegnato a Massimo Antonelli, ideatore della squadra multietnica giovanile “Tam Tam” basket di Castelvolturno.

Al via anche i ragazzi migranti del Cara di Castelnuovo di Porto e quelli del Sod Italia running team, che si presenternno con 7 joelette, spinte da 120 podisti, che consentiranno a ragazzi “trasportati” di poter vivere le emozioni della corsa di Miguel.

Fra i top runner sono da annotare i nomi di Rosaria Console (che la Corsa di Miguel l’ha vinta quattro volte), Layla Soufiane, Said El Outmani, Francesco Bona e Michele Fontana. Al termine della giornata sportiva, allo stadio dei Marmi Pietro Mennea, spazio alla musica con la Piccola Orchestra di Torpignattara.

Massimiliano Morelli

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome