Home LA GIUSTINIANA “Incanti di terre lontane”: dal XV un progetto contro la violenza di...

“Incanti di terre lontane”: dal XV un progetto contro la violenza di genere

no-violenza-di-genere
ArsBiomedica

Dai problemi psicologici e psicopatologici della violenza a quelli storici e sociali, dai temi della maternità alle muse ispiratrici e icone dell’arte, al femminismo.

Due giorni per rompere il silenzio, riflettere e cambiare. Un progetto formativo che si pone l’obiettivo di contrastare il fenomeno della violenza di genere, cercando di favorire una breve ma intensa esperienza di sensibilizzazione.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Questo in sintesi l’evento Incanti di terre lontaneriflessioni sul dramma della violenza di genere, osservato e approfondito negli aspetti socio-culturali, storici, filosofici e scientifici.

Organizzato dalle funzionarie responsabili dei servizi educativi e scolastici del Municipio XV con l’associazione Diritti al Cuore  e moderato da Agnese Rollo, consigliera municipale, l’evento si articola su due giornate, lunedì 14 gennaio e martedì 5 marzo.

Nella prima, che si terrà alle 16.30 nell’aula teatro di via Cassia 1286, a La Giustiniana, parteciperanno la d.ssa Serenella Mastroianni che parlerà di “Violenza sulle donne. Aspetti psicologici, psicopatologici e sociali” e di “Pornografia e pubblicità sessista“; l’avvocato Roberta Caprara che tratterà il tema “Nel rapporto verso la donna, preda sottomessa alla libidine della comunità, è espressa la smisurata degradazione dell’uomo. Dal rapporto dell’uomo con la donna, si giudica il grado di civiltà (Karl Marx)“; l’Associazione ‘Diritti al cuore’ con l’argomento “Taladay nder, una terra non molto lontana“; la professoressa Rita Minello con “La maternità; aspetti storici, pregiudizi e contaminazioni culturali” e infine la d.ssa Viviana Grisanti sul tema “Il femminismo e le lotte delle donne, dal dopo guerra e ritorno”.

L’ingresso è libero.
Per informazioni e prenotazioni scrivere a incantiditerrelontane@gmail.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome