Home CRONACA Valle Muricana: non vuole più prostituirsi e il marito la prende a...

Valle Muricana: non vuole più prostituirsi e il marito la prende a pugni

arresto polizia

Costretta a prostituirsi, aveva deciso di smettere. Quando l’ha detto al marito, questo si è infuriato e, alla presenza della figlia di 3 anni, ha iniziato a picchiarla con pugni e a colpirla anche con una sedia, il tutto facendo bene attenzione a non rovinarle il volto per non pregiudicare l’“attività lavorativa”.

Una storia di maltrattamenti ed umiliazioni che si ripetevano ormai da un anno e mezzo, da quando il marito aveva iniziato ad abusare di droghe ed alcool e che si era accentuata ancor più con il desiderio della donna di abbandonare la strada.

Ad interrompere questa escalation di violenze sono stati gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Flaminio Nuovo, diretto da Massimo Fiore, che dopo esser intervenuti in occasione dell’ultima lite, hanno ricostruito in maniera dettagliata lo scenario di maltrattamenti, cui la donna era sottoposta  rappresentandolo, con una apposita informativa di reato, alla Procura della Repubblica che ha emesso  a carico di I.I.S un mandato di arresto. La donna invece, è stata ricoverata in una struttura protetta insieme alla figlia.

 

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome