Home TEMPO LIBERO Giocare a Monopoli per (e con) le strade di Roma

Giocare a Monopoli per (e con) le strade di Roma

monopoly roma

Tutti abbiamo giocato almeno una volta nella vita a “Monopoly”. Proprio lo storico e ineguagliabile gioco da tavolo dedica oggi un’edizione speciale e da collezione alla Capitale. Sì, proprio così. Roma diventa protagonista del gioco.

Da sabato 24 novembre la prima edizione romana del “Monopoly” sarà in distribuzione in alcuni punti vendita selezionati della città e dalla settimana successiva presso tutti i negozi di giocattoli.

Ma non finisce qui. Domenica 25 novembre alle 11.30, al MAXXI, adulti e bambini potranno giocare un’avvincente partita a dimensione umana su un tabellone grande dieci metri per dieci e con dadi giganti.

Si potrà camminare su strade e caselle passando per il via, tra “Imprevisti” e “Probabilità”, cercando di evitare di finire in prigione. Un appuntamento unico per le famiglie al “Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo”, dove sarà possibile anche acquistare la nuova edizione del gioco.

Quando la tradizione è gioco

Lo storico gioco è stato creato da Elizabeth Magie all’inizio del XX secolo e pubblicato per la prima volta in Italia nel 1935 dalla “Editrice giochi” in una versione modificata da Charles Darrow.

È stato ed è ancora oggi un gioco adatto a tutte le età e con un seguito da sempre enorme: non sembra veramente conoscere crisi nel comparto che più si sta spostando sul digitale. Tra un pubblico in cui gli adulti sono sempre protagonisti e i più piccoli si divertono ancora, l’edizione romana appassionerà tutti i fortunati possessori, soprattutto se romani.

 “Monopoly Roma”

Quella romana è un’edizione speciale nella quale i toponimi tradizionali (tra cui i prestigiosi “Parco della Vittoria” e “Viale dei Giardini”) sono sostituiti da strade romane come “Viale Trastevere”, “Via del Corso”, “Piazza del Popolo” e “Campo De’ Fiori”. Al centro del tabellone romano la città, con i suoi monumenti tipici, le strade e le piazze.

Giocarci sarà sicuramente coinvolgente: pensate che durante la partita ci si potrà imbattere in strade, in attività ristorative, in esercizi commerciali storici (come l’“Antica Gelateria Giolitti”) e in celebri musei, insomma luoghi noti e di ritrovo abituale.

La prima città italiana a diventare “tabellone” del “Monopoly” è stata Napoli: già  l’anno scorso è stata infatti prodotta una versione tutta napoletana del mitico gioco, con gli storici nomi delle strade sostituiti con i nomi di strade cittadine come “via Toledo”, “Piazza Vittoria” e “Corso Umberto”.

Edizioni “personalizzate” del gioco sono uscite anche in Inghilterra e, visto il grande successo, la società ha deciso di creare un tabellone interamente dedicato, dopo Napoli, a Roma. Insomma, una grande novità sta arrivando per gli appassionati di “Monopoly”, ma anche e soprattutto per i romani e per gli amanti di Roma.

Chiara Meoli

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome