Home CRONACA Via Bolsena ancora chiusa per una voragine

Via Bolsena ancora chiusa per una voragine

via-bolsena

Prima che venga realizzato un intervento si dovrà attendere diversi giorniscrivemmo lo scorso 6 luglio nel dare la notizia che via Bolsena era stata chiusa al traffico fra il civico 54 e il 58 per una voragine apertasi nel pomeriggio di due giorni prima. E non sbagliammo.

Tranquilla e silenziosa, per quanto difficile da percorrere essendo stretta, a doppio senso di marcia e col parcheggio consentito su ambedue i lati, via Bolsena, in zona Ponte Milvio, è l’unica strada che congiunge via Cassia con via Flaminia. Immaginabile quindi le ripercussioni negative sulla mobilità locale dovute alla chiusura al traffico.

E a 26 giorni di distanza dall’apertura della voragine i lavori sono ancora in corso. Transenne, cumuli di terra, mezzi e operai all’opera, quanto dureranno ancora si chiedono i residenti.

La domanda, posta ad uno degli addetti al cantiere, riceve una risposta rassicurante: “l’apertura è imminente, al massimo entro domani“.  Con tutto il rispetto verso il nostro interlocutore, visto lo stato odierno del cantiere ci permettiamo di alzare un sopracciglio.

Visita la nostra pagina di Facebook

Via Bolsena, 00191 Roma RM, Italia

4 COMMENTI

  1. Un mese di chiusura! Parafrasando Bertold Brecht che fece dire al criminale Mackie Messer nell’Opera da tre soldi: “cosa volete che sia una rapina in banca, rispetto al reato di fondare una banca”, mi vien da dire cosa volete che sia la chiusura di una strada rispetto all’assenza di amministrazione di una città.
    Io, invece, credo che il tentativo di amministrare Roma debba proseguire anche se tutto sembra sfasciarsi. E se non lo si riesce a fare con l’operatività, (ad esempio riparare la strada e riaprirla) lo si faccia almeno con la comunicazione con i cittadini. Già su questo blog sono intervenuto sul tema. Cosa costa informare gli abitanti di quanto è ad horas è il motivo della chiusura? e l’azione in atto per riavviare la normalità? Basta avere pianificato un’attività, avere un ufficio tecnico che si occupa della cosa, un foglio di carta e una frase da scrivere. Già c’è un cartello (anonimo) che indica la chiusura, e accanto a questo appiccicare aggiornate indicazioni (firmate); costo zero o quasi. Cosa rischia a fare questo l’Amministrazione? Un blocco da parte del Tar, cause milionarie con i cittadini, di errare una diagnosi o una previsione….
    No, rischia solo di disattendere al ruolo, che pur le compete, di interlocutrice dei cittadini, rischia la mancata attivazione della prassi di un colloquio maturo e rispettoso con la cittadinanza.
    Ricordo che sempre a via Bolsena, per segnalare la presenza di rocchi di un eucalipto abbattuto, il corpo XV di polizia urbano mise ben 4 fogli dattiloscritti al solo scopo di segnalare che non era sua responsabilità la rimozione. E il pericolo grave e incombente rimase per mesi! Quindi la comunicazione con i cittadini avviene solo per scarico di responsabilità.
    Amministrazione vogliamo provare a cambiarla questa logica. Ve lo dice un fondatore del Comitato Abitare Ponte Milvio, un Comitato che ha tentato dall’inizio di favorire questo dialogo. Ricordo peraltro che a via Bolsena il Comitato ha avuto il suo battesimo 8 anni fa e quindi desidera particolarmente contribuire al fattivo dialogo con l’Amministrazione. Speriamo che l’ottima VCB sia letta anche a via Flaminia. Grazie speriamo bene.

  2. Se non ci pensa l’Amministrazione a informare compiutamente i cittadini, sullo stato dei lavori. Proviamo parzialmente noi e grazie a VCB: OGGI 6 agosto VIA BOLSENA E’ STATA RIAPERTA AL TRAFFICO AUTOMOBILISTICO. Sulle motivazioni della chiusura, sulla paventata voragine sul rifacimento dell’asfalto , nulla sappiamo. Contentiamoci di un esito positivo

  3. Quanto scritto da Bruno Rosi non necessita di alcuna integrazione, tanto è stato puntuale e preciso nei suoi commenti.

    Come Comitato Abitare Ponte Milvio vogliamo solamente aggiungere, con forza, che pretendiamo di avere finalmente da parte di questa invisibile ed evanescente Amministrazione completa ed esaustiva informazione di quale siano state le cause della voragine di via Bolsena e quali i rimedi adottati.

    Pensiamo che la richiesta dei cittadini di conoscere cosa accade sotto i loro piedi e quale sia il rischio di rimanere inghiottiti da improvvisi buchi neri mentre passeggiano tranquillamente rappresenti il cosiddetto “minimo sindacale”.
    Riteniamo anche che una Amministrazione che non reputi necessario garantire neanche tale minimo livello di informazione farebbe meglio ad impacchettare le sue cose e togliere il disturbo.
    Siamo sinceramente stanchi di tanta indecente sciatteria e mancanza di rispetto per la cittadinanza tutta.
    Almeno abbiate la dignità di rispondere a questi legittimi appelli di trasparenza!

    Paolo Salonia
    portavoce Comitato Abitare Ponte Milvio

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome