Home ATTUALITÀ Fleming, “La metamorfosi” delle seconde classi della Nitti

Fleming, “La metamorfosi” delle seconde classi della Nitti

scuola Nitti

Mercoledì 30 maggio, al Fleming, nella scuola secondaria di primo grado “F. S. Nitti”, si svolgerà la giornata della Cultura dedicata al progetto “La Metamorfosi”.

L’evento coinvolgerà tutte le 7 classi seconde ed è stato pensato per guidare i ragazzi al riconoscimento delle più svariate espressioni artistiche e culturali, con un’attenzione particolare ai linguaggi comunicativi della letteratura, della musica e della pittura stimolando curiosità e spirito di osservazione in ognuno di loro.

Oltre alle previste rappresentazioni teatrali, alla musica in francese e al coding Robotiko in inglese, verrà presentata la sfilata “Dal riciclo alla creatività” in cui plastica, carta, alluminio e materiali da riciclo sono stati trasformati in abiti di moda che, insieme  ad una scenografia costruita con cartoni e disegni, sorprenderanno sicuramente il pubblico dei genitori.

Va sottolineato che l’obiettivo di questo  progetto non è solamente quello di creare dei vestiti utilizzando oggetti di scarto, ma si inserisce all’interno di un vero e proprio percorso di sensibilizzazione sull’argomento che durante quest’anno scolastico ha già avuto un riscontro concreto nel progetto e nel concorso “Io Riciclo, Io creo”.

nitti ricicloQuesto percorso, iniziato con la creazione di oggetti, culmina ora con la realizzazione di originalissimi abiti da sera e da giorno da parte di tutti i ragazzi della classe seconda G.

In questa sfilata vestiti completamente realizzati con materiali riciclabili sfileranno nella sala teatro della scuola intitolata  alla ex alunna Mia Neri che ci ha prematuramente lasciati all’età di soli 11 anni dopo una strenua lotta contro un tumore cerebrale.

Sono 14 gli abiti che  i ragazzi della Seconda G, insieme alle Professoresse Cristina Spaggiari e Mirella Proia, hanno saputo realizzare con materiali da riciclo: dal tubino nero ricoperto di CD Rom, ai vestiti realizzati  con tappi, carte da gioco o capsule del caffè, al romantico abito da sposa creato con i centrini di carta per i dolci.

Gaia Azzali

riciclo

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome