Home CRONACA Fra traffico e dubbi si potano pini sulla Flaminia

Fra traffico e dubbi si potano pini sulla Flaminia

pini-flaminia

Traffico in difficoltà lungo Corso Francia e via Flaminia in direzione esterna a causa di potature di pini in corso dalla stazione Vigna Clara in avanti, per circa un centinaio di metri.

La consolare, già congestionata dall’inspiegabile protrarsi della chiusura di via Fabbroni, si presenta in questi momenti come un lungo serpentone che prende le mosse dall’inizio di Corso Francia.

Malumore fra i residenti e i negozianti che si chiedono come mai, in tempi di lavori smart, flessibili, con negozi aperti 7 giorni su 7 e supermercati h24, nella capitale d’Italia i lavori sulle strade principali e sulle consolari che oltretutto attraversano interi quadranti non si possano fare nei fine settimana o di notte.

pini-via-flaminiaUlteriore preoccupazione è sul dopo. Pini potati/abbattuti e poi? Saranno sostituiti? Quien sabe. I resti saranno portati via? Vallo a sapere, i precedenti casi in zona, documentati nel nostro recente articolo, la dicono lunga.

Si veda il caso dell’incrocio poco distante fra via Pareto-via Cassia dove il taglio ha lasciato parte del tronco morto senza arrivare fino al suolo e senza appiattire le radici che hanno innalzato l’asfalto e lasciando oltretutto sul posto, dopo mesi, i resti delle potature.

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Purtroppo quella di ieri in via Flaminia Nuova non è stata una potatura ma un abbattimento di 3 pini che caratterizzavano il viale. Sono stati lasciati dei “moncherini” alti quasi 1 metro. È uno sfregio e una mattanza non giustificata. Gli alberi abbattuti non erano malati e le radici sono rimaste dov’erano. Che tristezza…

  2. Festeggio dopo circa undici anni in questo quartiere una cosa sensata negli interventi sul corredo arboreo, divenuto opprimente e fonte di proliferazione di insetti e parassiti, albergo per uccelli e uccellini migratori di varia specie, produzione di materiale che intasa la rete di scarico delle acque piovane, fogliame che vola e invade tutto ed altro al di sopra della reale capacità di gestione, comunque scusa ottima per me a cui spettano le pulizie di casa.

  3. A certa gente piacciono a quanto pare le scenografie urbane metafisiche alla De Chirico. Io proporrei di abbatterli tutti gli alberi, così il canto degli uccellini non disturberà più lo strombazzare delle auto, ovviamente private in quanto i mezzi pubblici come il treno Vigna Clara Ostiense a certi personaggi della zona piacciono ancor meno degli alberi.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome