Home POLITICA Sostegno all’affitto, Torquati (PD): “Bocciato dal XV nuovo regolamento”

Sostegno all’affitto, Torquati (PD): “Bocciato dal XV nuovo regolamento”

sostegno-affitto

“Un No corale che ha unito la  maggioranza a 5 Stelle e la nostra opposizione: il Consiglio del Municipio XV respinge all’unanimità  la proposta di Deliberazione relativa al nuovo regolamento per il sostegno all’affitto a firma della stessa maggioranza 5 Stelle che da Roma Capitale l’ha sottoposta ai Municipi per il parere. Il testo, a firma delle consigliere comunali 5 Stelle nonché  Presidenti delle Commissioni Patrimonio e Politiche Sociali di Roma Capitale, Vivarelli e Catini, non ha trovato assoluta condivisione in Aula. Nemmeno quella dei colleghi consiglieri municipali 5 Stelle.”

Così in una nota Daniele Torquati Capogruppo in Municipio XV e membro della Segreteria romana PD, spiegando che “i motivi sono tanti e sono  nobili: diminuiscono da 4 a 3 gli anni di sostegno ai nuclei familiari in difficoltà, aumentano gli anni di residenza per accedere al servizio da 1 a 3, sparisce la figura dell’assistente sociale nella valutazione della presa in carico del nucleo familiare e quella della Polizia municipale nella fase del controllo dei requisiti, si allarga infine la platea dei beneficiari a parità di stanziamenti”.

Si trattava dunque, secondo Torquati, di “Un testo scarso di innovazione, scopiazzato male dalla vecchia Delibera 163/98, non partecipato e ingiusto, senza risorse, che viene rispedito al mittente. Non solo da noi del Pd, ma anche dagli stessi colleghi 5 Stelle.  Come gruppo consiliare municipale del Pd ringraziamo le altre opposizioni in Consiglio e anche tutti i consiglieri di maggioranza del M5S per la sensibilità dimostrata: non si fanno nozze sui servizi sociali senza le risorse necessarie”.

“Ora le consigliere comunali 5 Stelle, Vivarelli e Catini, ritirino la proposta di Delibera che tenta un goffo tentativo di riforma del regolamento sul sostegno all’affitto (Delibera 163/98) e aprano un confronto vero con le opposizioni di questa città: le Riforme riguardano tutti, si fanno insieme e, relativamente alle Politiche sociali, entrano nella carne viva delle difficoltà di tante persone in stato di bisogno. Si esca dall’autoreferenzialita’ di questi due anni.”

A dirlo – conclude Torquati – “sono anche tanti consiglieri municipali 5 Stelle che ormai bocciano apertamente con le opposizioni gli atti che arrivano dai colleghi in Campidoglio. Imbarazzati e spesso offesi dalla protervia che i loro colleghi 5 Stelle in Campidoglio dimostrano: non c’è condivisione di nulla neanche tra loro.  Dal Municipio XV il segnale é chiaro ed unanime: il testo é rimandato al mittente. Bocciato”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome