Home TOMBA DI NERONE Cassia, lo spray al peperoncino non basta: ladro in manette

Cassia, lo spray al peperoncino non basta: ladro in manette

spray
foto di repertorio

Introdottosi in un garage privato per rubare ma scoperto dalla proprietaria e da una vicina di casa, ha spruzzato nei loro occhi dello spray al peperoncino per scappare. Ma non è andato lontano, perchè i Carabinieri della Stazione di Tomba di Nerone, subito intervenuti, lo hanno ammanettato poco distante.

A renderlo noto è l’Ufficio Stampa del Comando Provinciale dei carabinieri spiegando che a finire in manette con l’accusa di rapina è stato un 23enne libico, senza occupazione e domiciliato presso il centro accoglienza richiedenti asilo di Fiano Romano, che ieri mattina, dopo aver forzato la porta di un garage in via Vibio Mariano e dopo aver rovistato all’interno, ha prelevato vari orologi da polso ed alcuni articoli di bigiotteria che erano custoditi in una scatola.

I rumori sospetti hanno allertato la proprietaria che, insieme ad una vicina di casa e’ arrivata sul posto per capire cosa stava accadendo ed ha sorpreso così il ladro con le mani nel sacco. L’uomo, per fuggire, ha spruzzato sul volto delle due donne dello spray urticante al peperoncino e poi si è dato alla fuga ma i Carabinieri, immediatamente allertati, sono riusciti a bloccarlo in una via adiacente, recuperando anche tutta la refurtiva.

Le due donne sono state visitate presso il Pronto soccorso dell’ospedale oftalmico, venendo poi dimesse senza conseguenze. Il ladro e’ stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma, in attesa del rito direttissimo.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome