Home TEMPO LIBERO Bioparco, dai dinosauri al rospo: la causa delle estinzioni

Bioparco, dai dinosauri al rospo: la causa delle estinzioni

bioparco
Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

La Fondazione Bioparco aderisce al Festival delle Scienze di Roma sabato 21 e domenica 22 aprile con le giornate – evento: “Dai dinosauri al rospo dorato: le cause delle estinzioni”, in cui si potranno comprendere le principali cause che hanno determinato le estinzioni del passato, quelle che minacciano l’attuale esistenza di molte specie in natura e il ruolo del Bioparco per la loro conservazione.

In programma dalle 11 alle 17 molteplici attività e laboratori interattivi che si svolgeranno nei 17 ettari del Bioparco, in cui adulti e bambini potranno conoscere da vicino leoni, tigri, elefanti, giraffe, scimpanzé e molti altre specie, comprendere le principali cause che ne minacciano l’esistenza, ma soprattutto apprendere come il singolo possa intervenire. L’iniziativa è inserita nel Festival delle Scienze di Roma ed è parte del programma di “EUREKA! Roma 2018”, promosso dal Campidoglio.

Fra le attività previste segnaliamo
Animali del passato, un affascinante laboratorio tra trilobiti, ammoniti e resti di dinosauro alla scoperta di specie del passato e delle cause che ne hanno determinato l’estinzione;
Tra Dodo, moa e tilacino: il cimitero degli estinti. Tra animali affascinanti alla scoperta di ciò che insegna il passato per la salvaguardia del futuro;
Avventure in foresta, un gioco per scoprire come salvare le specie in estinzione evitando bracconieri, deforestazione e altri imprevisti;
Occhio all’alieno! Tra rane toro, ratti e testuggini alla scoperta di animali molto particolari;
Amici per la pelle: per diventare viaggiatori consapevoli e capire quali siano i pericoli nascosti dietro l’acquisto di un souvenir;
Estinzioni e vulcani: spettacolari esperimenti per creare vulcani in miniatura e scoprire il ruolo dell’anidride carbonica nelle estinzioni di massa;
Andar per funghi, andar per guai. Cosa c’entrano i funghi con gli anfibi? Tra rane, rospi, salamandre e tritoni per imparare a conoscerli e a proteggerli;
No api, no party! Per osservare da vicino la frenetica attività di un alveare, riconoscere l’ape regina e comprendere il fondamentale ruolo di impollinatori di questi affascinanti insetti;
Dalla cacca alla carta, attività per scoprire come può un escremento contribuire alla conservazione delle specie minacciate;
L’era glaciale, un esperimento interattivo per svelare il mistero della sopravvivenza a temperature bassissime.

Tutte le attività delle due giornate sono comprese nel costo del biglietto di ingresso al Bioparco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome