Home LA GIUSTINIANA A La Giustiniana la parrocchia diventa cardioprotetta

A La Giustiniana la parrocchia diventa cardioprotetta

parrocchia immacolata

L’associazione “…e iL tuo cuore batte ancora” realizza il primo traguardo del “Progetto Parrocchia Cardioprotetta” con l’installazione di un Defibrillatore semiautomatico esterno nella Parrocchia Beata Vergine Maria Immacolata (BVMI) a via Cassia, 1286, che avverrà domenica 15 Aprile dopo la celebrazione della Messa delle 10.

In questi mesi l’associazione si è anche occupata di formare la squadra emergenza che sarà attiva in Parrocchia e che comprende sette ragazzi che si sono offerti di effettuare il corso operatore BLSD certificato ARES 118 e sono quindi abilitati alla rianimazione cardiopolmonare e all’uso del defibrillatore semiautomatico esterno.

Essere cardioprotetti significa infatti avere una squadra emergenza formata e un DAE presente da poter utilizzare in caso di necessità. La Parrocchia Cardioprotetta diventa perciò sul territorio un importante punto di riferimento per le famiglie e gli abitanti del quartiere.

L’associazione si occuperà anche di registrare il DAE nell’apposita anagrafe dell’ARES 118, in maniera da facilitarne l’individuazione. Verrà posto anche un cartello su via Cassia indicante la presenza del DAE e gli orari in cui è possibile prenderlo (fermo restando che il parroco si è reso disponibile ad aprire i cancelli della parrocchia anche in altri orari di fronte ad un’emergenza).

Partendo dalla parrocchia BVMI, l’associazione si propone di donare i defibrillatori acquistati con le raccolte fondi, le donazioni e le quote dei corsi BLSD certificati anche alle parrocchie all’interno della Diocesi di Roma, dove per il momento i dati mostrano che ne sono dotate solo quattro su 332 distribuite nelle 36 Prefetture.

Avere un DAE nelle Parrocchie ed un sempre maggior numero di persone addestrate al soccorso attraverso i corsi BLSD favorisce, inoltre, la creazione dei Quartieri Cardioprotetti. Infatti i DAE installati in Parrocchie, associazioni, centri sportivi, bar, ristoranti, condomini, scuole ed altri luoghi pubblici, permettono la creazione di una vera e propria “rete” di cardioprotezione” fanno sapere dall’associazione spiegando che l’obiettivo è stato raggiunto “anche grazie al sostegno del Comitato di Quartiere “La Giustiniana & Dintorni” che contribuisce alla diffusione dei progetti e dei messaggi di questo tipo“.

In definitiva, La Giustiniana, grazie al costante impegno di tutte le persone che hanno creduto e credono nel progetto di “Quartiere Cardioprotetto”, può contare ora su una nuova postazioni DAE: la Parrocchia BVMI.

Ovviamente il lavoro da fare è ancora tanto, occorre modificare le coscienze e le sensibilità di istituzioni, enti e privati cittadini, ma a piccoli passi possiamo cambiare e migliorare la realtà, garantendo, con il contributo di tutti, un aumento della sopravvivenza in caso di arresto cardiaco improvviso” dichiarano dall’Associazione.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome