Home CRONACA La Galleria Giovanni XXIII si rifà il look

La Galleria Giovanni XXIII si rifà il look

galleria giovanni xxiii

Croce e delizia di Roma Nord, la Galleria Giovanni XXIII – lunga sette chilometri e costruita in soli 36 mesi – fu inaugurata a fine 2004.

Venne salutata come la soluzione al traffico che soffocava l’area dalla Trionfale alla Farnesina e veramente lo fu, come lo è ancora. Ma è anche la galleria dei pericoli dove gli incidenti sono all’ordine del giorno.

Dopo tredici anni, sta però evidenziando tutti i segni del tempo dimostrando di aver bisogno di un energico intervento di manutenzione straordinaria anche per porre rimedio alle pecche dovute ai tempi brevi con cui fu costruita:  l’illuminazione non è gran che, la segnaletica è mal posizionata, i cartelli sono sporchi, scritti con caratteri piccoli e poco visibili.

Ancor peggio il manto stradale e i pannelli di rivestimento che ogni tanto si staccano causando la chiusura della galleria. E quando ciò accade, tutto il traffico di Roma Nord dalla Trionfale a Vigna Clara da Monte Mario al Foro Italico va in tilt.

Arriva il restyling

Quattro milioni di euro. Tanto il Campidoglio ha messo sul tavolo per un corposo intervento di manutenzione straordinaria della galleria.

Pubblicato in questi giorni sulla Gazzetta Ufficiale e all’Albo Pretorio del Comune, il bando di gara prevede infatti il rifacimento del manto stradale della galleria e delle rampe, della segnaletica orizzontale e verticale e il rivestimento del tunnel.

Ma non solo, previsto anche  il riposizionamento in quota dei chiusini dei pozzetti presenti sulla carreggiata, l’installazione di attenuatori d’urto in corrispondenza delle uscite e la canalizzazione delle acque di scolo dalle pareti.

I lavori dureranno 365 giorni “naturali e consecutivi” ed è probabile che inizieranno presto. L’amministrazione si è infatti data tempi stretti: il bando scade il prossimo 19 febbraio, l’apertura delle buste è stata già fissata per il 21 dello stesso mese e il contratto con l’aggiudicatario verrà sottoscritto entro 60 giorni dall’aggiudicazione.

L’importo messo a gara è di 3.969.068 euro (finanziato attraverso l’alienazione di quote delle aziende partecipate dal Campidoglio) e l’aggiudicazione sarà effettuata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata  sulla  base del miglior rapporto qualità/prezzo.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome