Home POLITICA Reddito Inclusione, Rollo-Torquati (PD): “Roma in ritardo, urgono info ai cittadini”

Reddito Inclusione, Rollo-Torquati (PD): “Roma in ritardo, urgono info ai cittadini”

poverta inclusione

“Dopo tutto il percorso fatto in quest’ultimo anno dal Governo per arrivare al REI (Reddito di Inclusione), la prima misura unica nazionale di contrasto alla povertà, a seguito della sperimentazione del SIA (Sostegno all’Inclusione Attiva) appena terminata, il Comune di Roma, differentemente da tutti gli altri comuni di Italia, ha deciso di non accettare le domande a partire dal 1 dicembre, ma di posticiparne l’inizio a martedì 5 dicembre”.

E’ quanto denunciano in una nota il capogruppo PD, Daniele Torquati, e la vice-presidente della commissione Politiche Sociali, Agnese Rollo, del Municipio Roma XV, spiegando che si tratta di “una misura destinata a famiglie con un reddito Isee inferiore ai 6mila euro, con figli minori o disabili, a donne in gravidanza e disoccupati di età superiore ai 55 anni. Ma non è solo un semplice sussidio mensile, in quanto si propone al cittadino un vero e proprio progetto personalizzato di inclusione, al fine ultimo di ridare dignità alla persona in difficoltà economica”.

“A fronte di questo risultato, la risposta della Capitale è insufficiente sotto più aspetti. Decide, infatti, di posticipare l’inizio, senza una reale motivazione, non pubblicizza la possibilità di accedere al sussidio, attraverso una conferenza stampa o affissione di manifesti per la città, ma cita solo sul sito istituzionale gli orari degli uffici impegnati nella raccolta delle domande, e cosa ancora più grave, non si muove per tempo nel reclutamento di assistenti sociali a cui spetterà un duro lavoro e complesso”.

“Roma, dal centro alla periferia, è abitata da Romani e Romane in grande difficoltà, che vengono definiti i ‘nuovi poveri‘ e che meritano di essere degnamente aiutati e guidati nei servizi a disposizione” concludono Rollo e Torquati sostenendo che “spetta, quindi, alla Sindaca e all’Assessore alle Politiche Sociali impegnarsi, da subito, per adottare tutte le misure possibili, affinché il REI sia conosciuto e reso noto, in tutti quei luoghi che ospitano e offrono aiuto quotidianamente agli indigenti della nostra città, di anno in anno sempre più povera”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome