Home PRIMA PORTA Prima Porta, cade un pino sulla strada. Chirizzi: “Segnalato un anno fa”

Prima Porta, cade un pino sulla strada. Chirizzi: “Segnalato un anno fa”

pino-via-inverigo

Un gran rumore e poi lo schianto. Erano circa le 22 di ieri, lunedì 25 settembre, quando un pino di grandi dimensioni ubicato nel condominio di proprietà comunale di Via Inverigo 22/24, a Prima Porta, si è abbattuto al suolo.

Paura dei residenti ma la fortuna o il caso hanno voluto che in quel momento di lì non passasse nessuno, anche se la via è molto frequentata.

Nessun ferito

Testimone del fatto la consigliera PD in XV Municipio, Luigina Chirizzi. “Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma dobbiamo avere la consapevolezza che la pianta, per dimensioni e collocazione, cadendo avrebbe potuto provocare una tragedia” scrive in una nota spiegando che “nel cortile condominiale spesso ci sono molti bambini che giocano con il pallone. Ma non solo: l’area a confine, di proprietà della cooperativa L. Petroselli, è frequentata da tantissimi giovani e adulti che frequentano le attività  del centro”.

Era stato già segnalato

“Circa un anno fa, nel corso di un sopralluogo – racconta Chirizzi – avevo segnalato alla squadra del pronto intervento del dipartimento ambiente la pericolosità di questo pino. Non ottenendo risultati mi rivolsi direttamente al Presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, che mi suggerì di contattare direttamente l’Assessore competente del municipio, Pasquale Annunziata, che ci raggiunse sul posto e poté verificare di persona quanto da me sostenuto”.

“E’ passato un anno e in questo lasso di tempo nessuno è intervenuto. La pianta è invece caduta, per fortuna senza provocare danni a persone. L’incidente si poteva evitare. Per questa ragione mi piacerebbe sapere cosa hanno da dire il Presidente Simonelli e l’Assessore Annunziata, visto che non è stato sufficiente un anno di tempo per rimuovere un pericolo segnalato. O forse – conclude Chirizzi – c’è stato un errore di valutazione da parte dell’Assessore che ha giudicato eccessivo il mio allarmismo? Attendo spiegazioni”.

Visita la nostra pagina di Facebook

Via Inverigo, 22, Roma, RM, Italia

3 COMMENTI

  1. all’inizio di via flaminia nuova prima del camping e del bar euclide ci sono sempre sul lato sinistro (uscendo da Roma) due pini romani secolari che se non potati correttamente prima o poi cadranno avendo due rami enormi che gli pesano su strada! stranamente anni fa li hanno potati tutti tranne quei due che erano gli unici che avevano bisogno. basta potare il ramo che sta su strada diciamo, enorme.. invece sembra come se qualcuno li voglia far fuori per qualche motivo…hanno anche dato fuoco li vicino..molta gente li odia gli alberi soprattutto chi ha attività dai benzinai ai venditori di auto..preferiscono più visibilità!

  2. Si ricordi allo Stefanelli e all’Annunziata,quanto disposto dall’art.40 del C.P Titolo, III CAPO I che testualmente recita “..omissis. Non impedire un evento,che si ha l’obbligo giuridico di impedire,equivale a cagionarlo. ” Un comportamento il loro, che dovrebbe essere fatto valutare nelle opportune sedi per quanto nel merito, e chissà che non venga rappresentato e portato a conoscenza dell’autorità giudiziaria!! Marco Sesto Rufo

  3. Gli alberi non li odia nessuno se non nella misura in cui possano cagionare danni e soprattutto vittime.
    Dubito fortemente che i benzinai cui si fa allusione in un commento abbiano alcun interesse a “maggiore visibilità”. Ma chi scrive alberi “uccisi”, che qualifica ha ? È un tecnico ? Un agronomo ? Un perito agrario ? In occasione di qualche abbattimento, vada sul posto, si informi, parli – sempreché ascoltino – con i vigili del fuoco e con i tecnici : vedrà che non si tratta di assassinii di alberi ma semplicemente di azioni volte a rendere più sicure le strade di questa città già in completo sfacelo, a tutela di chiunque transiti per le strade, compresi i “complottisti” delle “vite degli alberi”. La vita delle persone vale molto, ma molto di più, e sembra incredibile doverlo scrivere. A tanto siamo.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome