Home CRONACA Atac, congelato lo sciopero di martedì 12 settembre

Atac, congelato lo sciopero di martedì 12 settembre

sciopero revocato da prefetto

Indetto per martedì 12 settembre, lo sciopero di 4 ore dei mezzi Atac (bus, tram, metro e ferrovie urbane) e di quelli del Consorzio TPL che gestisce le oltre cento linee periferiche avrebbe messo come sempre in grande difficoltà i romani.

Alla base della protesta l’ipotesi messa in campo dal Campidoglio del concordato preventivo che secondo le organizzazioni sindacali “metterebbe a serio rischio i livelli occupazionali”.

Ma a seguito dell’incontro odierno che l’assessore ai trasporti Linda Meleo, il presidente della Commissione capitolina Trasporti Enrico Stefàno e il delegato della Sindaca alle relazioni sindacali, Antonio De Santis, hanno avuto con con rappresentanti sindacali di Atac per illustrare le linee di rilancio dell’azienda e l’ipotesi di concordato preventivo, Cgil, Cisl, Uil, Faisa Cisal e Ugl hanno deciso di “congelare” le procedure già avviate per la proclamazione dello sciopero rinviando il confronto alla riunione già convocata per lunedì prossimo.

“L’Amministrazione capitolina – spiega una nota del Campidoglio – ha sottolineato che la fase di rilancio di Atac salvaguarda il servizio per i cittadini e i livelli occupazionali dell’azienda e dell’indotto. È stata illustrata nel dettaglio la situazione patrimoniale che – alla luce della due diligence avviata dall’azienda e, per quanto di sua pertinenza, da Roma Capitale – si è rivelata particolarmente allarmante, soprattutto a causa dell’ingente debito pregresso di Atac. L’Amministrazione ha chiesto di condividere un percorso trasparente di risanamento. L’intento è definire ogni strategia funzionale al raggiungimento degli obiettivi comuni dell’azionista, dei sindacati e dei lavoratori: l’azienda di trasporti della Capitale in mano pubblica; servizi più efficienti per i cittadini; il mantenimento e la valorizzazione del personale di Atac”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome