Home TEMPO LIBERO C’era una volta un bullo al Teatro Olimpico

C’era una volta un bullo al Teatro Olimpico

teatro olimpico 2

Sabato 27 maggio, in occasione della “Terza Giornata Nazionale Giovani Uniti Contro il Bullismo“, al Teatro Olimpico i ragazzi del “Centro nazionale contro il bullismo- bulli stop” con gli studenti dell’Istituto Paritario G.G. Visconti, porteranno in scena lo spettacolo “C’era una volta un bullo…”.

Si tratta di un’originale e significativa rappresentazione teatrale dedicata alle vittime del bullismo, uno spettacolo dove questa piaga sociale, frutto d’ignoranza che si nutre dell’incapacità di comunicare, è superata con il Teatro d’AnimAzione Pedagogico, teoria della Docente Universitaria di Roma Tre Giovanna Pini.

Lo spettacolo viene ogni anno dedicato alle vittime di bullismo; presenti in sala i genitori ai quali il bullismo ed il cyberbullismo hanno ucciso i propri figli.
Alla serata, presentata da Gabriele Cirilli, parteciperanno numerosi ospiti del mondo dello spettacolo, della cultura e della politica.

Ma protagonisti assoluti saranno gli studenti. L’intera produzione, dalla stesura del testo alla regia, dall’organizzazione teatrale, all’ufficio stampa è stata infatti realizzata dagli studenti che, secondo le proprie capacità, hanno partecipato suddivisi in laboratori.

La trama raccontata dagli autori

Tutti noi siamo cresciuti guardando i cartoni animati e sentendo le favole che ci raccontavano i nostri genitori prima di dormire…non tutti sanno però, che anche in questi racconti si celano episodi nascosti che passano inosservati alla nostra attenzione.

Analizzando alcune fiabe abbiamo scoperto che in queste esistono dei veri e propri atti di bullismo. Da tutto questo nasce l’idea di portare in  scena : “C’era una volta un bullo…”trasformando le favole di ieri in un musical di oggi. Le favole rielaborate e messe in scena sono tre: Dumbo, Cenerentola e Cappuccetto Rosso.

Dumbo tocca numerosi temi: l’emarginazione, la solitudine, il ruolo degli amici che accecati dal conformismo, scambiano la diversità  per un diverso, in questa favola troviamo tutte e tre le caratteristiche del bullismo: la ripetitività, l’asimmetria di potere e l’intenzionalità.
Cenerentola, che è la storia di una fanciulla bistrattata, umiliata, frustrata nei suoi desideri e ostacolata nei suoi intenti dalle sorellastre e la matrigna, in lei abbiamo rappresentato il bullismo al femminile.
Cappuccetto Rosso che nella sua storia ha un significato nascosto confermato dalla morale, nella quale si invita le fanciulle per bene a non dare confidenza agli sconosciuti; in questa fiaba abbiamo rappresentato il cyberbullismo.

Save the date

Teatro Olimpico, Piazza Gentile da Fabriano 17
Sabato 27 Maggio 2017 ore 20.15
per info e biglietti 371.136.41.25

 

Visita la nostra pagina di Facebook

Piazza Gentile da Fabriano, Roma, RM, Italia

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome