Home PRIMA PORTA Prima Porta, alimenti con provenienza ignota: sequestrato un negozio

Prima Porta, alimenti con provenienza ignota: sequestrato un negozio

polizia-sequestro-negozio
foto di repertorio

E’ il bilancio di un’azione di controllo messa in atto a Prima Porta dal Commissariato Flaminio, della Divisione Amministrativa della Questura di Roma, dal Reparto Prevenzione Crimine Lazio e dall’Asl, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore di Roma.

Un egiziano di 31 anni è stato denunciato per frode nell’esercizio del commercio ed impiego di manodopera clandestina.

Un’altra attività commerciale è stata posto sequestro e al titolare è stata inflitta una multa di 15mila euro in quanto 10 kg di merce erano privi della documentazione attestante la provenienza e la tracciabilità dei prodotti, documentazione obbligatoria per legge.

Per ambedue negozi, la Polizia ne ha poi proposto all’Ispettorato del Lavoro la chiusura definitiva in quanto diversi addetti erano privi di contratto di lavoro.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Molto bene! E’ ora di passare al setaccio tutti questi esercizi commerciali che spuntano giornalmente come funghi approfittando del lassismo e della mancanza di controllo . Basta colpirne una ventina per costringere gli altri ad agire legalmente.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome