Home CRONACA Come ci si sbarazza di una lavatrice in via Stasi? Semplice…

Come ci si sbarazza di una lavatrice in via Stasi? Semplice…

lavatrice-via-stasi

A che pro ricordare che è vietato abbandonare rifiuti su strada e che farlo può costare una multa fino a 600 euro. A che pro ricordare che per smaltire i rifiuti ingombranti, in attesa che venga riattivato il servizio a domicilio, sono sempre aperti 14 centri di raccolta, dislocati su tutto il territorio cittadino.

A che pro appellarsi al senso civico, all’amore per il territorio, alla voglia di riscatto che centinaia di migliaia di romani – a prescindere da chi guida il Campidoglio – sentono sulla loro pelle in questa città fino a ieri soffocata dai rifiuti e che ora pare stia uscendo dal tunnel, anche se proprio oggi Paola Muraro, assessore capitolino all’ambiente, ha dichiarato: “Bene nel centro della città, ma proseguiamo perché c’era un piano di attuazione di rientro all’ordinario che Ama aveva sottoscritto e che stiamo verificando: alcune aree, specie in periferia, sono ancora critiche quindi inutile prenderci in giro.”

Finchè esistono sacche di inciviltà come quella documentata in questo video realizzato da Cassandrocrashings e pubblicato su Youreporter.it tenere pulita Roma sarà sempre mission impossible.

Finchè AMA non aumenterà corposamente il numero degli accertatori, che oggi pare siano solo 42 su tutta la Capitale, episodi come questi resteranno sempre impuniti alla faccia di chi diligentemente separa il vetro dalla carta, l’umido dalla plastica o di chi s’accolla un vecchio materasso per portarlo in un’isola ecologica.

Il video è eloquente e parla da solo: in via Stasi, zona via Due Ponti, in pieno giorno una lavatrice viene fatta precipitare dalle scale condominiali (già, portarla a braccio sarebbe troppa fatica) e poi trascinata e abbandonata vicino a dei cassonetti.

Il tutto sotto gli occhi di passanti e automobilisti distratti. Tutti tranne uno: Cassandrocrashings, pseudonimo di un attento cittadino che ha filmato l’episodio.

Visita la nostra pagina di Facebook

Via Raffaele Stasi, Roma, RM, Italia

5 COMMENTI

    • (Copio ed incollo per esser sicuro che la mia risposta arrivi a destinazione)
      “Piccolo” Alberto, credi non abbia preso in considerazione il fatto di dare un allarme? Chiamare lo 060606 del Comune di Roma oppure il 112? ..e con quale tempistica d’intervento? Qualcuno avrebbe preso le impronte digitali sulla lavatrice? Si, certo, ho fatto la mia rischiosa scelta di filmare rimanendo a pochi metri da questi incivili mentre facevano la loro “schifezza” rischiando sia in quell’istante o per possibili future ritorsioni. Negli ultimi video che ho pubblicato su Youreporter.it ho mostrato quanti elettrodomestici vengano abbandonati in strada ed ho avuto la possibilità di mostrare chi lo fa mentre lo fa. La stessa redazione di VignaClaraBlog.it (in un messaggio privato) ha definito il video “fantastico” gratificandomi molto più di quanto le decine di migliaia di visualizzazioni che mi hanno permesso di diventare un “Top-Reporter” possano fare e per le quali non ho mai preteso o guadagnato 1 centesimo. Vuoi chiamarmi “cassandrino”? Fai pure, rimani “piccino piccino”.

  1. Ma lo scrivete vosi stessi: “farlo può costare una multa”, può… ma tanto non te la fa mai nessuno una multa. per questo e per 100 altre ragioni… credo che VCB possa fare richiesta di accedere agli atti della Polizia Locale e chiedere quante sono state le multe inflitte nell’ultimo anno per abbandono di rifiuti, o per aver sporcato i marciapiedi con escrementi animali, o divieto di sosta… allora perché stupirsi?

  2. “Piccolo” Alberto, credi non abbia preso in considerazione il fatto di dare un allarme? Chiamare lo 060606 del Comune di Roma oppure il 112? ..e con quale tempistica d’intervento? Qualcuno avrebbe preso le impronte digitali sulla lavatrice? Si, certo, ho fatto la mia rischiosa scelta di filmare rimanendo a pochi metri da questi incivili mentre facevano la loro “schifezza” rischiando sia in quell’istante o per possibili future ritorsioni. Negli ultimi video che ho pubblicato su Youreporter.it ho mostrato quanti elettrodomestici vengano abbandonati in strada ed ho avuto la possibilità di mostrare chi lo fa mentre lo fa. La stessa redazione di VignaClaraBlog.it (in un messaggio privato) ha definito il video “fantastico” gratificandomi molto più di quanto le decine di migliaia di visualizzazioni che mi hanno permesso di diventare un “Top-Reporter” possano fare e per le quali non ho mai preteso o guadagnato 1 centesimo. Vuoi chiamarmi “cassandrino”? Fai pure, rimani “piccino piccino”.

  3. io mi chiedo come mai il comune di roma anzi per meglio dire l’AMA non pensa
    di installare proprio in prossimità dei cassonetti di via R.Stasi una telecamera per
    riprendere le persone incivili che quotidianamente devono scaricare ogni ben di Dio
    tipo materassi, pezzi di mobilie addirittura un albero secco. ma in che mondo viviamo.
    Ritengo che l’AMA dovrebbe mostrare pugni di ferro o quanto meno trovare una
    soluzione che serva a stroncare questo schifo anche per le persone per bene che vivono
    nella zona.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome