Home CRONACA Stalker in manette a Tomba di Nerone

Stalker in manette a Tomba di Nerone

non si rassegna alla fine della relazione perseguitando la sua ex compagna chiedendole “particolari” prestazioni sessuali

polizia arresto pusher
foto di repertorio

Romano, di 35 anni, è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Flaminio Nuovo.
La vicenda ha avuto inizio circa 40 giorni fa quando, una donna era riuscita a divincolarsi da un violento tentativo del suo ex compagno di ottenere “particolari” prestazioni sessuali; la vittima ha riferito ai poliziotti che dopo circa 6 anni aveva deciso di interrompere la relazione sentimentale con l’uomo anche a causa del suo mutato atteggiamento, divenuto nell’ultimo periodo, esigente e violento anche da un punto di vista “intimo”.

Dopo quest’episodio la donna era stata perseguitata: continue telefonate, messaggi, “poste” sotto casa e tentativi di introdursi nel suo condominio, in zona Tomba di Nerone.

Ieri per l’ennesima volta D.S.E. – queste le iniziali dell’uomo – si è presentato sotto casa della donna tentando di forzare il portone d’ingresso. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato Flaminio Nuovo che lo hanno fermato e identificato; perquisito aveva con se oltre a due cacciaviti anche alcuni profilattici, una confezione di liquido lubrificante ed una corda; tutto materiale che a suo dire doveva “utilizzare” durante il rapporto sessuale con la sua ex compagna.
Accompagnato negli uffici di polizia, l’uomo ha dichiarato inoltre che appena uscito di li sarebbe immediatamente tornato sotto casa della donna.
In arresto, D.S.E. è stato condotto in carcere e messo a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria; dovrà rispondere del reato di atti persecutori.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome