Home ATTUALITÀ Vigna Clara, sventata rapina in via Nemea: tre fermati

Vigna Clara, sventata rapina in via Nemea: tre fermati

Polizia notte corso francia
immagine di repertorio

Verso l’una di questa notte, alcuni residenti, dopo aver notato delle persone che si aggiravano con fare sospetto in via Nemea, a Vigna Clara, hanno chiamato la Polizia riferendo di tre uomini in strada giunti a bordo di un furgone con targa romena.

Gli agenti, subito arrivati sul posto, hanno individuato il furgone e fermato un giovane che tentava di nascondersi tra i sedili e che poi, vistosi scoperto, ha tentato anche di fuggire sferrando pugni e calci ai poliziotti  che sono però riusciti a bloccarlo.

Gli agenti, setacciata la zona, hanno poco dopo trovato i complici bloccandoli nelle immediate vicinanze.

Nella perquisizione del furgone sono stati trovati coltelli, un piede di porco e numerosi altri arnesi da scasso, oltre ad una fune con un gancio da usare per  arrampicarsi sulle ringhiere dei balconi e poter raggiungere così gli appartamenti da svaligiare.

Dalle indagini effettuate in collaborazione con gli investigatori del Commissariato Ponte Milvio, due di loro sono risultati essere di nazionalità romena, il terzo macedone. Uno dei fermati era inoltre già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio.

A loro carico è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria. Il conducente del furgone dovrà rispondere di possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e di resistenza a pubblico ufficiale, mentre gli altri due di possesso di coltello di genere proibito. Tutti e tre, inoltre, sono stati colpiti da foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Roma, uno di loro anche da decreto di espulsione.

Visita la nostra pagina di Facebook

Via Nemea, Roma, RM, Italia

7 COMMENTI

  1. Non minimizzerei fatti di questa natura quando i protagonisti sono Romeni o altri in Italia, si tratta di gente che versa in condizioni di grave disagio, arrivati da una Romania nel caos con la speranza di un futuro.
    Per lo più immessi così nel settore dell’edilizia che oggi lamenta una crisi senza precedenti. Povera gente!
    In bilico tra la loro triste storia e la mezza illusione promessa non mantenuta dagli Italiani come al solito.
    Ma gli Italiani possono ancora recuperare la faccia se si convincono delle parole del Presidente Giorgio Napolitano che invita da sempre a favorire i percorsi per l’ottenimento della Cittadinanza Italiana che garantirebbe a queste persone campioni di dignità ed orgoglio, la speranza di una vita serena.

    Leosc

  2. Il perbenismo della destra ed il perbuonismo della sinistra stanno rovinando l’Italia.
    Non si affrontano così i problemi di un paese.
    Ugo

  3. @Simone, si tratta di persone che risiedono quì da sempre, è molto più complicato. Servirebbe sa cosa, una buona politica, ma quella c’è, insieme a qualcuno veramente fiero di essere Italiano, qualcuno che riconosca la sontuosità della Cittadinaza Italiana dei suoi Diritti e dei suoi Doveri, condividerne il carico e l’impegno che comporta, accogliere in senso stretto. Molto più complicato, tanta gente al lavoro, poco remunerata, nei processi per l’ntegrazione.
    Fatti non parole.
    leosc

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome