Home SPORT Mercoledì all’Olimpico la partita del cuore

Mercoledì all’Olimpico la partita del cuore

Un quarto di secolo e non sentirlo....

partita-del-cuore2016

Scavalcato il campionato, e in attesa della finale di coppa Italia in programma la sera del 21 maggio, lo stadio Olimpico ospita la partita del cuore numero 25, antagoniste  la nazionale cantanti e la Cinema stars, con i proventi dell’incasso destinati stavolta alla Fondazione Telethon e alla Fondazione Bambino Gesù Onlus.

Un “classico” per la città di Roma, certo imparagonabile al “clasico” spagnolo, ma anche se non scenderanno in campo Real Madrid e Barcellona la presenza massiccia sugli spalti sarà assicurata pure stavolta. Perché i prezzi popolari e la goliardia della sfida in programma la sera del 18 maggio aiutano tanto e fanno passare in cavalleria perfino i muraglioni delle curve e quei parcheggi extra-stadio che costringono a scarpinate inenarrabili i tifosi, costretti loro malgrado a lasciare l’auto un po’ dove capita.

Il socio fondatore Gianni Morandi da una parte, Luca Zingaretti dall’altra e insieme a loro cantanti e attori più o meno di grido, alcuni capaci per davvero di tirar due calci alla “pelota”, altri buoni solo per giocare alla “viva il parroco”, col pallone sbilenco che va un po di qua e un po’ dall’altra parte.

Così, fra palleggi quasi sopraffini, svirgolate memorabili e il rischio di far saltare qualche menisco al terzo liscio di fila, si affronteranno fra gli altri Marco Bocci, Rocco Hunt, Luca Barbarossa ed Enrico Brignano, mentre in panchina è assicurata la presenza di Luciano Spalletti, tecnico della Roma, e l’altro mister sarà Marco Tardelli, così da far raccontare un giorno a cantanti e attori d’aver giocato davanti a un campione del mondo.

Due gli obiettivi, far gol e superare la raccolta di 2 milioni e 111 mila euro raggiunti a Torino, lo scorso anno, con protagonisti più o meno uguali. Si gioca col fischio d’inizio alle 21, minuto più o meno.

Massimiliano Morelli

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome