Home ATTUALITÀ Prima Porta, Torquati: “Molto spavento e molta acqua ma situazione ok in...

Prima Porta, Torquati: “Molto spavento e molta acqua ma situazione ok in poche ore”

ribera comunicato-stampa

“Molto spavento e molta acqua, ma la situazione è rientrata nel giro di poche ore nella stessa giornata di ieri e il controllo è stato ristabilito in breve tempo. Questa la sintesi di ciò che è successo ieri a Prima Porta e che riporto per evitare fantasiose ricostruzioni.”

Così in una nota Daniele Torquati, Presidente del Municipio XV spiegando che “nel versante di Via Frassineto l’impianto nuovo ha funzionato e i tombini di Via Dalmine hanno ricevuto. Vanno comunque controllati per il fogliame e i detriti che porta la pioggia. Le uniche criticità maggiori si sono registrate nelle Vie: Edolo, Villachiara, Montu Beccaria, Carenno e Giovanni da Borgogna, zona che sarà alleggerita proprio dai lavori dell’impianto di Via Procaccini in costruzione che sarà ultimato in estate.”

“Vorrei ricordare e precisare – sostiene Torquati – la pompa di supporto di cui si parla in queste ore è stata messa da poco, proprio su richiesta del Municipio subito dopo l’inizio del cantiere e che prima non era mai esistita ed utilizzata ogni volta che è stata emanata l’allerta meteo. Tale pompa è ad accensione manuale in quanto la ditta esecutrice dei lavori ha l’obbligo di presidiare l’impianto quando viene emanata l’allerta meteo, che ieri non è stata diffusa dalla Protezione Civile Regionale. Fino a quando non sarà ultimato l’impianto di Via Procaccini, da noi sbloccato un anno fa e che servirà a tutta la zona attualmente in difficoltà, pretenderemo il presidio ogni volta che sarà prevista pioggia, a prescindere dell’emanazione dell’allerta meteo. Tra gli interventi previsti anche il controllo delle condutture di Via Giovanni da Borgogna, per verificare eventuali lesioni, e di Via Veientana Vetere, dove siamo stati ieri, per controllare tutti gli allacci.”

“Ringrazio la Protezione Civile di Roma e i volontari, i Vigili urbani, le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco che hanno monitorato la situazione e sono intervenuti tempestivamente. Ringrazio tutti i componenti del “Comitato 31 Gennaio Prima Porta – Labaro”, che come al solito con spirito di collaborazione si sono messi a disposizione del loro quartiere. Soprattutto però – sottolinea Torquati – ringrazio i cittadini che ho incontrato in ogni strada e che hanno capito l’enorme lavoro che è stato fatto in questi tre anni, senza cedere alle provocazioni della miriade di candidati che ieri, come funghi, sono apparsi nel quartiere. Noi ci siamo ogni giorno e continueremo ad essere presenti per portare a termine il progetto di risanamento dell’intero quadrante. C’è ancora molto da fare e i risultati – conclude Torquati – si ottengono con il lavoro, la presenza, la competenza e la serietà di una amministrazione supportata da una comunità consapevole e responsabile.”

 

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Tutto vero per quanto riguarda i lavori eseguiti, la collaborazione di cittadini e istituzioni. Trovo sconcertante l’accordo secondo il quale la ditta che controlla l’impianto “manuale” di via Procaccini debba intervenire sulla base delle previsioni meteo. Insomma come funziona? <>
    <>
    <>
    <>
    Insomma, scusate la provocazione, ma vi sembra un quadro organizzativo che possa funzionare davvero?
    Aggiungerei che,per fortuna, le precipitazioni che sono state abbondanti e violente, ma non hanno avuto una lunga durata. Per cui diciamo che la sorte stavolta è stata favorevole, ma se la prossima volta piovesse il doppio, che succederebbe? Per fortuna abito distante dal fosso di via Frassineto e dalle zone allagate l’ultima volta, ma quei poveracci che fine fanno? A proposito, gli sfollati di quell’alluvione sono tutti stati sistemati o qualcuno ancora non è rientrato a casa?

  2. LO TROVO INAUDITO, anche un bambino sa che esistono dei sistemi automatici che entrano in funzione appena il livello delle acque sale, la paura c è stata e ci sarà sapendo come le cose si sono gestite, non si puo sentire un parente piangere al telefono ogni volta che piove!
    E’ ora di finirla con la propaganda, il Municipio non puo’ sempre dire “stiamo provvedendo” denunci gli uffici o gli enti che non fanno il loro lavoro anche se dello stesso COLORE POLITICO.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome