Home AMBIENTE La Storta, torna Floracult e il florovivaismo amatoriale

La Storta, torna Floracult e il florovivaismo amatoriale

floracult

In via Giacomo Andreassi 30, nel cuore del Parco di Veio, dal 22 al 25 aprile, all’interno della tenuta agricola biologica I Casali del Pino, si svolgerà la settima edizione di FloraCult, mostra mercato di florovivaismo amatoriale con una forte attenzione ai temi ambientali. Un evento che, ideato e organizzato da Ilaria Venturini Fendi, imprenditrice agricola e designer, e curato da Antonella Fornai, esperta di giardini, si conferma un appuntamento must per i cultori del verde.

Oltre i 130 espositori presenti, ognuno a suo modo, darà un contributo propositivo al tema di quest’anno: “Il Gusto Buono e il Buon Gusto”, la stessa parola “gusto” con due significati diversi a seconda della posizione dell’aggettivo “buono”.

In primo piano i ”Fiori Commestibili”: cibarsi di fiori, foglie e radici aromatiche che appartengono al mondo naturale apre un campo sterminato e sorprendente di combinazioni, di colori, sapori, profumi e consistenze, avvicina all’ambiente in cui viviamo e aiuta a farne parte in modo consapevole. Perché il raccoglitore passeggia, osserva, annusa, tocca, assaggia e ascolta, anche.

Erbe e Fiori in Cucina sono state pensate per chi vuole avvicinarsi al “foraging”, la cultura dell’alimentazione con cibi spontanei e selvatici che consiste nell’andar per boschi e raccogliere piante, fiori e frutti. A FloraCult ci saranno laboratori e vendita di piante spontanee commestibili, esposizione di piatti cucinati e riconoscimento delle piante spontanee che si possono mangiare.

E il giardino? E’ il luogo dove si coltivano abitualmente, nei bordi misti e nelle aiuole, piante con foglie e fiori ottimi da mangiare, li conosciamo? Quali sono? Come li possiamo utilizzare? Argomento ricchissimo e sorprendente da approfondire con i nostri espositori vivaisti che metteranno in evidenza le loro piante “commestibili” con consigli utili per coltivarle, aiutandoci a mescolarle fra loro con una piacevole e giusta armonia fra bello e buono.

Vivere in un mondo bello, respirare aria buona sono necessità e diritti assoluti. Gli agenti inquinanti ci assediano dall’esterno: metalli pesanti, insetticidi, polveri sottili si trovano comunemente in tutte le zone popolate. Anche gli interni delle nostre case soffrono di aria inquinata: computer, apparecchi elettronici, colle e vernici intossicano l’aria altrettanto pesantemente.

Soluzioni? Certo si può fare tanto e da parte di ognuno di noi, questo a FloraCult sarà un tema centrale. Clorophytum, chiamata ”i nastrini”, Sanseveria, chiamata “orecchie d’asino” e molte delle piante da interno più comuni hanno un forte potere disintossicante per gli ambienti interni, l’ape invece è il miglior rilevatore dell’inquinamento esterno, è in grado di effettuare 10 milioni di rilevamenti al giorno, per questo motivo è il bio-indicatore più efficiente che si conosca, ne parleremo in modo approfondito.

FloraCult e il Parco di Veio: FloraCult si rivolge agli alunni delle scuole primarie e medie dei Comuni e del XV Municipio di Roma che si trovano all’interno del Parco di Veio con il progetto “L’Orto sulle Ruote”. Durante i giorni della mostra, con l’organizzazione di FloraCult e il coordinamento di alcuni insegnanti e genitori, i giovani studenti, divisi per gruppi, pianteranno un proprio orto all’interno di grandi contenitori in legno, appoggiati su ruote che, a fine mostra, ogni scuola porterà via e curerà fino a quando, alla fine dell’anno scolastico, insalate e pomodori si potranno raccogliere e portare in tavola.

E’ un’esperienza che coinvolge i bambini, protagonisti di un progetto vero, in cui si mettono in evidenza le loro scelte , il gusto della composizione e le difficoltà per raggiungere un buon risultato.

E ancora a Floracult: piante insolite e rare coltivate da vivaisti alla ricerca di novità botaniche, laboratori di artigiani, oggetti di design per esterni, vintage, oggetti di riciclo ed eco-sostenibili, mobili ed arredi da giardino, presentazioni di libri, mostre di artisti e designer, lezioni e conferenze sul giardino, incontri sull’eco-sostenibilità e l’ambiente.

Ethimo, azienda italiana di riferimento nel panorama internazionale dell’outdoor, sarà partner di Floracult, 2016. Le collezioni arrederanno le aree ristoro, la zona relax nel Giardino delle fontane e gli spazi dedicati alle conferenze con i colori vivaci delle sedie e dei tavoli Flower. Le collezioni lounge e le poltroncine Laren saranno complici nell’accoglienza degli ospiti della manifestazione, creando un contesto raffinato in cui il design dialoga con la natura  sottolineando l’eleganza della più bella campagna romana.

Orario di apertura al pubblico: dalle 10.00 alle 19.00 – Costo del biglietto: intero 8 euro, gratuito fino a 12 anni.

Visita la nostra pagina di Facebook

Via Giacomo Andreassi, 30, Roma, RM, Italia

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome