Home POLITICA Corsa al Campidoglio, Storace e Fassina si smarcano dai potenziali alleati

Corsa al Campidoglio, Storace e Fassina si smarcano dai potenziali alleati

piazza campidoglio avvocatura

Andate al diavolo e non cercateci neanche se doveste andare al ballottaggio. Siete peggio degli altri“. E’ perentorio Francesco Storace ai microfoni del programma “Roma Chiama 88.100 Fm”, in onda sulla frequenza 88.100 Fm di Elle Radio. Aveva dato la sua disponibilità a Marchini, a Forza Italia e a Fratelli d’Italia a condividere un progetto comune alle elezioni comunali di Roma esprimendo un candidato unico ma, come si dice nella capitale, non se l’è filato nessuno.

I tre dell’Ave Maria, Marchini, Bertolaso e Meloni, mi pare che non siano affatto interessati alle sorti di Roma perché se lo fossero avrebbero accettato il colloquio che gli avevo proposto. Non ci sto a che la città venga ridotta a brandelli” incalza Storace confermando che lui andrà avanti da solo per la sua strada come candidato sindaco de La Destra.

E se a destra si mandano al diavolo, a sinistra si snobbano.

Ignazio Marino avrebbe dovuto infatti annunciare lo scorso week-end le sue intenzioni: candidarsi o no? ma a tutt’oggi non ha sciolto le riserve, forse, dicono i maligni, sta aspettando il 31 marzo quando presenterà il suo libro “Un marziano a Roma” il cui lancio potrebbe essere una buona spinta elettorale e viceversa.

Ma c’è chi, a sinistra del PD, non ha ancora voglia di aspettare. Stefano Fassina infatti ha deciso di andare avanti per la sua strada come candidato sindaco per Sinistra Italiana.

A questo punto la sua discesa in campo non farebbe bene al progetto” ha dichiarato al Corriere della Sera riferendosi all’ex sindaco ed aggiungendo: ” io ho dato la disponibilità per le primarie da gennaio con le altre candidature disponibili, quella di Marino è una situazione difficile lo capisco, ma noi a questo punto andiamo avanti“. Più chiari di così si muore.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome