Home ATTUALITÀ Torna Formello Doc, rassegna di documentari d’autore

Torna Formello Doc, rassegna di documentari d’autore

cinema240.jpgDal 5 giugno, torna la rassegna di documentari d’autore Formello Doc che quest’anno è dedicata alle imprevedibili variazioni dell’amore. Quattro storie non convenzionali, struggenti, scomode, divertenti, uniche. Quattro proiezioni  tutte all’interno del Palazzo Chigi di Formello e tutte ad ingresso libero.

La rassegna Formello Doc è ideata e curata dalla filmaker Sabrina Varani e realizzata grazie alla partecipazione del Comune di Formello e della Biblioteca di Formello.

Venerdì 5 giugno, ore 20
Antonio+Silvana =2
Regia: Vanni Gandolfo,
Si racconta la storia di Silvana una donna di quasi sessant’anni innamorata perdutamente di Antonio, un uomo che invece di anni ne ha 77. A Trastevere, un quartiere antico nel cuore di Roma, la tranquillità della gente è turbata dalle gesta d’amore di Silvana, che per riconquistare Antonio, il suo amore perduto, è pronta a fare qualsiasi cosa. Mentre lui si isola nella sua casa di riposo, lei scrive messaggi d’amore sui muri. Uno dopo l’altro, mese dopo mese, i messaggi diventano un vero e proprio romanzo d’amore a puntate che lei gli dedica pubblicamente.

La sera del 5 giugno apriranno la rassegna la voce di Awisha Carolina Gentile e la chitarra di Nicola Buffa con rivisitazioni di serenate romane

Venerdì 12 giugno, ore 20
SMS – Save My SoulRegia: Piergiorgio Curzi

La storia disturbante e poetica di un uomo che cerca di salvare la sua anima. Nicolino Pompa è un poeta sui generis: assiduo lettore di annunci di lavoro, si è costruito negli anni una fitta rete di relazioni virtuali con donne di ogni età, attratte e affascinate dai suoi messaggi pieni di passione e furbizia. Nicolino è anche un padre che mantiene con i suoi quattro figli adulti relazioni difficili, dense di contraddizioni, violenze, tradimenti e sentimenti inconsulti. SMS non è solo il suo ritratto, ma un saggio narrativo sulle relazioni affettive al tempo della comunicazione digitale, virtuale, frammentata.

Domenica 28 giugno, ore 20
Improvvisamente l’inverno scorsoRegia: Luca Ragazzi e Gustav Hofer
Luca e Gustav da anni vivono serenamente insieme a Roma. Nel febbraio 2007, il Governo italiano propone di varare una legge sulle unioni di fatto estesa anche alle coppie omosessuali (DiCo), in sintonia con le direttive dell’Unione Europea. L’intero Paese si divide tra sostenitori ed oppositori. In breve tempo si raggiungono livelli parossistici di intolleranza. Dall’apertura della proposta dei DiCo ad un’omofobia crescente. Gustav e Luca, alla ricerca di un contatto e di un dialogo con tutte le parti in campo, iniziano un viaggio in un’Italia a loro totalmente sconosciuta.

Venerdì 3 luglio, ore 20
FuoristradaRegia: Elisa Amoruso
Pino/Beatrice è un meccanico, campione di rally, transessuale. Nel suo percorso di trasformazione, incontra Marianna, una donna rumena che fa da badante a sua madre, se ne innamora e decide di sposarla. Marianna lo accetta così com’è, con la sua diversità e fragilità e due anni fa riescono a sposarsi a Nemi, entrambe vestite da sposa. Pino/Beatrice è sia moglie che marito e sia padre che madre per il figlio di Marianna, che è parte della loro famiglia. Fuoristrada è la storia di un amore che unisce una famiglia non convenzionale, in un paese spesso troppo convenzionale.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome