Home ATTUALITÀ Torquati-Paris: “Bene Salé su arrivo Metro C a Grottarossa”

Torquati-Paris: “Bene Salé su arrivo Metro C a Grottarossa”

torquati-paris.jpg“Condividiamo ed apprezziamo quanto dichiarato questa mattina dal Presidente di Roma Metropolitane Paolo Omodeo Salè, durante un sopralluogo ai cantieri della metro C, sull’arrivo della linea a Grottarossa”. Ad esprimere soddisfazione sono il Presidente del XV Municipio Daniele Torquati e l’Assessore alla Mobilità Elisa Paris.

“L’impegno di portare la tratta a Farnesina, connesso alla candidatura per le Olimpiadi del 2024, non può che essere da stimolo per il proseguimento della Metro C fino a Grottarossa, portando così a termine il progetto originario e ponendo le basi per un arrivo conclusivo a La Giustiniana, che permetterebbe il conseguente aggancio con la ferrovia Roma-Viterbo. Un’opera – concludono i due amministratori del XV – che sarebbe di fondamentale importanza per riuscire ad alleggerire una volte per tutte l’enorme portata di autovetture che fanno della Cassia una delle strade, da sempre, maggiormente in sofferenza della nostra città”.

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Ma per carità, ma che dicono queste persone?! La nuova tratta che porta la metro alla fermata Jonio è lunga 1,5 km ed è stata realizzata in APPENA 6 anni. Mancano 9 anni al 2024 e qualcuno afferma di portare la metro a Farnesina e poi fino a Giustiniana per agganciarla alla Roma Viterbo? Fantascienza pura. E poi, scusate, ma di RIFARE COMPLETAMENTE la Roma Viterbo che è uno scandalo, e chi la conosce lo sa bene, non se ne parla mai. Vorrei aggiungere che oltre alla Cassia, anche la Flaminia, oltre ad essere diventata un continuum incredibile di buche, è molto più che trafficata e chi abita in zona Labaro Prima Porta sa che è una trappola asfissiante e anche estremamente pericolosa. Ma che ci sappiamo solo lamentare? Ok, esultiamo per la futura nuova metro, ma quando ci saliremo?

  2. Ci saliranno i nostri figli… o nipoti, se va bene.

    Se non fosse stato per la sciagurata amministrazione Alemanno che tagliò inspiegabilmente il prolungamento della C, i lavori sarebbero partiti nel 2008 o al più l’anno successivo e tra qualche anno avremmo avuto la metro sulla cassia.

  3. Forse vi è sfuggito il terribile
    “connesso alla candidatura per le Olimpiadi del 2024”.

    Altro che EXPO e Mafia Capitale, si preannuncia un bel po’ di grana qui per i soliti noti.

    La metrò è solo un palliativo., il vero interesse è far fuori l’area di Tor di Valle per farci palazzi e centri commerciali.

  4. Ok, allora tutto è chiaro. Siamo di fronte ai soliti annunci mirabolanti di qualcosa di là da venire, a patto che, se, forse………..
    E poi, non si sa mai bene come, nè perchè, è sempre il centro della città che gode o usufruisce di qualcosa, mentre la periferia si deve accontentare di quasi niente. Quanti abitanti-residenti conta il centro, e quanti la periferia? Ammetto di non saperlo, ma ho il fortissimo sospetto che il rapporto possa essere vicino a 1:5 . Il rapporto si inverte se si pensa a finanziamenti o risorse destinate. Forse non sarebbe immorale che questo andazzo avesse riscontro nel pagamento delle tasse : chi abita di fronte al Colosseo e gode di qualsiasi servizio in extra abbondanza dovrebbe pagare molto di più di chi vive a labaro o corviale.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome