Home TOR DI QUINTO Chiusura Anello Ferroviario, Mocci (NCD): “La sinistra del XV vota contro”

Chiusura Anello Ferroviario, Mocci (NCD): “La sinistra del XV vota contro”

ribera comunicato-stampa

“Questa mattina il Consiglio del XV Municipio ha discusso e poi bocciato la Mozione presentata del Gruppo Consiliare NCD per sollecitare la chiusura dell’Anello Ferroviario Nord e la rilocalizzazione delle attività artigianali presenti sul rilevato ferroviario”. Così in una nota Giuseppe Mocci, capogruppo NCD in XV.

“Nonostante l’invito fatto alla maggioranza di governo a collaborare su un tema così importante, la Sinistra Municipale ha preferito non accogliere tale richiesta, bocciando il documento da noi presentato. E nonostante siano passati due anni dall’insediamento della Giunta Marino in Campidoglio e della Giunta Torquati in Municipio, nessun passo in avanti è stato fatto per lo spostamento delle strutture artigianali di Via Camposampiero, lasciando le cose ferme al 2013” tuona Mocci sostenendo che “anche in questa occasione è opportuno ribadire l’importanza dello spostamento degli artigiani da Tor di Quinto a Prima Porta per liberare definitivamente le aree del rilevato ferroviario di RFI. Solo in questo caso sarà possibile completare un’opera importante per Roma che i cittadini aspettano da decenni.”

“Così come in altre occasioni – conclude Mocci – anche oggi la maggioranza di governo ha assunto un atteggiamento approssimativo, andando contro le vere priorità del nostro territorio e dei Romani.”

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Riattiveranno la tratta Vigna Clara – Stazione di San Pietro perché va solo ripristinato il materiale rotabile, sulla chiusura dell’anello ferroviario mi metterei l’anima in pace per i prossimi venti anni…

  2. Considerato il traffico presente nella zona vigna clara-cassia la riattivazione della linea ferroviaria la valuto positivamente. L’importante è che non vada a finire come ai mondiali del 1990 e non ci sia il solito sperpero di denaro pubblico (con conseguente arricchimento dei furbetti di turno). Un’efficiente linea ferroviaria servirebbe parecchio, mi auguro comunque venga trovata una sistemazione adeguata per le attività presenti in via camposampiero. Massimo rispetto per gli artigiani della zona ma con il prossimo giubileo non riattivare la linea ferroviaria sarebbe delittuoso oltre che dannoso al traffico.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome