Home ARTE E CULTURA Labaro, bellezza e umorismo al Teatro Le Sedie

Labaro, bellezza e umorismo al Teatro Le Sedie

teatroQuesto fine settimana, a Labaro, doppio spettacolo dedicato alla letteratura: tra la bellezza di Shakespeare, Wilde, Zola e l’umorismo surreale del Novecento non c’è che l’imbarazzo della scelta. Basta andare in vicolo del Labaro 7 e bussare ala porta del Teatro Le Sedie. Oggi e domani alle 21 e domenica alle 18.

venerdì 6 febbraio ore 21: VERSO I SENTIERI DELLA BELLEZZA

da un’idea di Antonio Fazio; letture da William Shakespeare, Oscar Wilde, Emile Zola. Con Gipo Capone, Antonio Fazio, Mariaelena Masetti Zannini, Francesca Mazzei, Elisabetta Raoli, Valerio Saverino, Benedetta Taliercio; regia Antonio Fazio

I protagonisti della grande letteratura riprendono vita per una sera raccontando al pubblico del XXI secolo quanto fosse importante per loro, e per i loro creatori, il culto della bellezza esteriore e interiore, vista come arma vincente nella vita, ma in quanto effimera, si rivela un’arma a doppio taglio. Anche per loro. Brani scelti da Il ritratto di Dorian Gray, Sonetti, Nanà.

sabato 7 febbraio ore 21 – domenica 8 febbraio ore 18: PORCO SU, PORCO GIU’

libero adattamento teatrale di Rodolfo Traversa dalle contronovelle di Anton Germano Rossi. Con Rodolfo Traversa, Elena Bonfiglio, Giuliano Esperati, Monica Garattoni, Gioietta Gentile, Massimo Napoli, Maria Teresa Raffaele.

Anton Germano Rossi è stato uno degli umoristi più surreali, più stravaganti e paradossali della prima metà del Novecento. E anche uno dei più sconosciuti. Le sue Contronovelle sono brevi racconti con i quali A. G. Rossi si divertiva a irridere i luoghi comuni, a capovolgere la normalitù borghese, a scompaginare gli schemi mentali della sua epoca, con una comicità clownesca, una satira esilarante che, purtroppo, riguarda ancora oggi il nostro modo di vivere e di pensare, inducendoci a guardare più a fondo nel ridicolo e nel farsesco che connotano le nostre relazioni sociali.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome