Home ATTUALITÀ Flaminia, furti nel parcheggio della stazione Montebello

Flaminia, furti nel parcheggio della stazione Montebello

staz-montebello240.jpgVerrebbe da dire “C’era una volta un parcheggio ben custodito”. Sì, come una fiaba, ma le fiabe hanno sempre un lieto fine. Si entrava dalle sbarre, la macchinetta rilasciava uno scontrino riportando l’ora di arrivo. Si parcheggiava la macchina e si prendeva il treno. Al ritorno, si mostrava lo scontrino all’addetto alla biglietteria e si pagava la sosta.

Una volta risaliti in macchina, bastava reinserire lo scontrino, ormai pagato, e la sbarra si riapriva per permettere l’uscita.

Per chi tutti i giorni prende il treno e può lasciare la macchina all’interno del parcheggio che si trova proprio davanti alla stazione, è una buona soluzione per tenere la macchina al sicuro. Facile e veloce, verrebbe da dire. Peccato che tutto questo sia durato pochi mesi.

Siamo nel parcheggio della stazione della Ferrovia Roma Nord di Montebello, sulla Flaminia. Nato nel 2006 è un parcheggio di fondamentale importanza per la vita dei pendolari di Labaro, Prima Porta e dintorni.

Sono mesi però che la situazione è diventata insostenibile; è solo di martedì 20 gennaio un ulteriore episodio di vandalismo. Una macchina che era all’interno del parcheggio è stata trovata con i vetri rotti e con dei fili staccati; evidentemente non sono riusciti a metterla in moto e rubarla.

Ma come è possibile che ciò accada – ci siamo chiesti – se ci sono delle sbarre per accedere al parcheggio con tanto di biglietto da pagare? Ci siamo recati sul posto per fare chiarezza.

Le sbarre infatti erano alzate e il distributore dei biglietti era fuori uso. Siamo entrati nel parcheggio, senza pagare nulla. Ci sono solo due telecamere che puntano sulla sbarre, mentre il parcheggio è totalmente privo di video sorveglianza.

Ci siamo recati allora nella stazione per chiedere informazioni e ci hanno confermato che le sbarre sono aperte. Per pagare la sosta è necessario recarsi alla biglietteria che rilascia uno scontrino che sarà poi pagato al ritorno.

“Se torni alla stazione dopo le 20, non trovi più nessuno alla biglietteria. Le sbarre sono alzate e va via senza pagare”: così ci ha riportato un signore che abbiamo incontrato al parcheggio.
A onor di cronaca, dobbiamo dire che in assenza degli addetti alla biglietteria, lo scontrino va inserito in una macchinetta che consente di pagare la sosta. Ma la macchinetta in questione è rotta, come le sbarre del resto. Insomma, sembra quasi che sia impossibile pagare.

collage-montebello470.jpg

Sono stati tanti gli episodi di furti nelle macchine, atti di vero e proprio vandalismo. Tante le denunce fatte. Dell’argomento si trova traccia anche nel resoconto dell’incontro tra il Comitato Pendolari Roma Nord con ATAC del 3 novembre 2014.

Ma torniamo a noi; al parcheggio si può accedere anche a piedi, dalle rampe di scale che arrivano fino alla Flaminia, davanti al cimitero di Prima Porta per intenderci. Un male intenzionato può ben accedervi senza nessun controllo. Nessuna telecamera sul parcheggio. E allora che ci vuole a rubare una macchina? E se si trovano pure le sbarre alzate il gioco è fatto.

“Se almeno le sbarre fossero funzionanti, i ladri avrebbero vita difficile”, si legge sulla pagina Facebook del Comitato.

Eppure un tempo era tutto funzionante. Oggi non è così. C’è chi entra nel parcheggio senza pagare la sosta, c’è chi entra senza nessun controllo scassinando macchine o addirittura rubandole, c’è chi esce e chi entra contromano. Da considerare poi che chi è in possesso dell’abbonamento, non deve pagare il parcheggio. Ma senza nessun controllo, fare questa distinzione, appare inutile. Una vera giungla insomma.

“Le sbarre e la segnalazione dei posti liberi o occupati nel parcheggio interno, finora sempre aperte e non funzionanti, erano dovute a delle questioni economiche tra ATAC e fornitore. La problematica è in via di risoluzione” così pare abbia detto l’Atac al Comitato Pendolari nel loro ultimo incontro. Era “solo” il 3 novembre 2014.

Valentina Ciaccio

© riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Per me che parto da Morlupo è la stazione di riferimento…. Ho avuto i vetri rotti e una borsa con effetti personali rubata…Comunque basta fare la denuncia del danno e le Forze dell’Ordine ti trovano subito i ladri e ti ridanno la robba rubata!!! ah!ah!ah!

    Alla stazione di Prima Porta i ladri sono più onesti, e quindi conviene andare lì a prendere il trenino……..E l’Italia che va, diceva una canzone.

  2. Il giorno 20 gennaio scorso al parcheggio di La Celsa (treno Roma-Nord) mi hanno rubato una Fiat Panda.
    Almeno a Montebello c’è il cancello, a La Celsa nemmeno quello.
    #grazieatac

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome