Home ATTUALITÀ E la Buona Scuola arriva a La Giustiniana

E la Buona Scuola arriva a La Giustiniana

buona scuolaSaranno in molti a poter dire “io c’ero”. Associazioni, docenti, dirigenti, politici e genitori, tanti genitori. Tutti riuniti fino a tarda sera, venerdì 7 novembre, nel teatro della Scuola di via Silla, a La Giustiniana, per dibattere sulla proposta di legge di riforma denominato “La Buona Scuola”.

Un dibattito – quello organizzato dall’Associazione dei genitori Amici dell’Ics la Giustiniana su proposta di Etica e Democrazia – che parte dal documento offerto dal governo per la riforma dell’istruzione ma studiato per coltivare la più estesa concezione di una scuola buona.

Aperta dall’intervento della preside Livia Brienza – che ha spiegato a grandi linee il documento governativo per poi affrontare il merito di alcuni specifici passaggi -, la discussione si è svolta con i tanti contributi che a vario titolo hanno messo in luce cosa salvare, cosa cancellare e cosa migliorare nella bozza predisposta dal MIUR.

Il dato più significativo ha riguardato la composizione della platea. “Incontri di questo genere – ha osservato il direttore generale dell’Ufficio regionale del Lazio, Gildo De Angelis – se ne sono tenuti diversi nella nostra Regione, arrivando a raccogliere fino a circa duemila persone. Ma, in tutto, non più di otto, dieci genitori”.

“E saranno proprio i genitori – fanno sapere dall’Associazione dei genitori Amici dell’Ics la Giustiniana – a dare un seguito pratico all’iniziativa traducendo il dibattito in spunti da portare nelle diverse sedi istituzionali che si sono rese disponibili ad affrontare il segmento più complesso della riforma: il passaggio legislativo.”

“Le prime frecce sono state scoccate – annunciano in una nota – riportare gli insegnanti di lingua inglese nella scuola primaria, dare maggiore valore agli organi collegiali che sono raccordati con il territorio, avviare un piano di investimenti sulle nuove tecnologie e sui nuovi saperi, coniugare patrimonio artistico e istruzione affidando a ogni istituto la “tutela” di un bene e dare reale concretezza alla sfida digitale non solo completando le infrastrutture ma spingendola più nel profondo della didattica. La sfida è aperta, portiamola avanti.”

Il XV Municipio era rappresentato da Riccardo Ruggeri, Vice Presidente Vicario del Consiglio Municipale, e dalla consigliera Lucia Mosiello, membro della commissione Sport, Cultura e Politiche Scolastiche, che dopo aver portato i saluti del Presidente Daniele Torquati e dell’Assessore Alessandro Cozza ha sottolineato l’impegno che l’Amministrazione presta nel volere recepire le problematiche delle scuole del territorio.

“La capacità di ascolto dei problemi del territorio è uno degli obiettivi prioritari che ci siamo posti come amministratori di un ente locale di prossimità. Siamo soltanto all’inizio, ma già abbiamo raggiunto risultati insperati, ma non ci fermeremo qui” ha dichiarato Lucia Mosiello nel delineare i prossimi passi.

“Abbiamo intenzione di strutturare proposte e progetti per mobilitare e rendere disponibili per le scuole le risorse presenti nel nostro territorio, vorremmo stipulare accordi con gli enti di ricerca, mobilitare le PMI o le reti di volontariato che vogliono rendersi disponibili per gli studenti. Soltanto tramite la condivisione, la partecipazione e la capacita’ di creare sinergie con le realtà territoriali – ha concluso – è possibile realizzare gli obiettivi dell’alternanza scuola lavoro identificati nella proposta La buona scuola “.

Nei prossimi giorni l’Associazione dei genitori Amici dell’Ics la Giustiniana pubblicherà su youtube un video riassunto dell’evento mentre su sito www.amicidellagiustiniana.it è già disponibile una fotogallery della serata.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome