Home ATTUALITÀ Valle Muricana, apre il Centro Anziani di via Pomponesco

Valle Muricana, apre il Centro Anziani di via Pomponesco

via-pomponesco.JPG“Si informa la cittadinanza che mercoledì 29 ottobre alle ore 17 si terrà la cerimonia di apertura del Centro Sociale Anziani “Valle Muricana” in via Pomponesco. Le chiavi  verranno affidate a un comitato provvisorio, nelle more degli atti richiesti dal regolamento per l’elezione degli organismi dirigenti”. Lo annuncia Daniele Torquati, presidente del XV Municipio.

“Sono anni che il centro è pronto – spiega in una nota Torquati – è stato finito nell’inverno del 2012 ma chi ha gestito questo municipio prima di noi ha tralasciato fondamentali operazioni per poterlo aprire. Quando ci siamo insediati ci siamo accorti che mancavano una serie di documenti che fin da subito abbiamo provveduto a far predisporre agli uffici. Abbiamo inoltre svolto un importante lavoro per trovare, all’interno dei bilancio del municipio, i fondi per predisporre l’arredo necessario.
Ad ottobre 2013 abbiamo inoltre votato la delibera per l’istituzione del centro proposta dalla consigliera Luigina Chirizzi e abbiamo dovuto attivare tutte le procedure: iscrizione dei soci, assicurazione del centro, allestimento mobilio.”

“In quanto presidente del Consorzio di recupero “Pietra Pertusa 2″, che si trova nell’area di riferimento del centro anziani, ringrazio la Giunta del XV Municipio, il Presidente Torquati, Luigina Chirizzi e anche il comitato Karol Wojtyla che hanno lavorato affinché si potesse realizzare questa apertura a beneficio dei cittadini. E’ per me oltretutto motivo di grande soddisfazione in quanto fu un impegno che presi quando ricoprivo la carica di consigliere di questo municipio”, ha commentato Giampiero Maggioli.

Soddisfatte anche Michela Ottavi, assessore alle Politiche Sociali del Municipio, e la sua collega di giunta ai lavori Pubblici, Elisa Paris.
La prima lo è perchè “l’apertura del centro anziani, attesa da anni, è un risultato per la valorizzazione di questa periferia, con spazi pubblici che diventano un punto di riferimento e di socializzazione per gli anziani e per tutto il territorio”, mentre la seconda perchè “siamo riusciti a sbloccare questa situazione nel giro di un solo anno, uno stallo provocato da una cattiva amministrazione che non aveva nemmeno pensato ai fondi per gli arredi”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome