Home ATTUALITÀ Venerdì a Ponte Milvio Bonolis legge Libri a Mollo

Venerdì a Ponte Milvio Bonolis legge Libri a Mollo

libri a molloVenerdì 26 settembre, alle 19, al Chioschetto Ponte Milvio ancora un appuntamento con Libri a Mollo con un ospite d’eccezione. Nel corso della serata nella quale Paolo Zardi presenta “Il giorno che diventammo umani” e “Antropometria” (Neo Edizioni), Paolo Bonolis leggerà alcuni brani dell’autore padovano accompagnato dalle note della band The Pischellis.

Sarà  una serata da non perdere perché non avete idea del mix esplosivo che abbiamo messo insieme!” avvertono gli organizzatori che fino ad ora non hanno mai fallito un colpo.

Fra un aperitivo, le note dei The Pischellis e la simpatia di Bonolis, ci si potrà chiedere “qual è il giorno in cui siamo diventati umani? Quale l’attimo in cui questa vitale e spossante consapevolezza ci ha invaso?”

Questa le domande che Paolo Zardi pone al lettore nel suo libro “Il giorno che diventammo umani”. Ma prima lo chiede ai personaggi che animano le pagine. Un padre che cova l’insopprimibile desiderio che sua figlia non somigli alla madre; una moglie che nell’istante assoluto del pentimento capisce che tradirà ancora; un vecchio che ad ogni compleanno avverte quanto sia difficile morire; una vedova all’ossessiva ricerca di un’alternativa ai ricordi; una dottoressa che, per un momento, vede nel corpo attraente di un paziente la giovinezza che avrebbe avuto suo figlio. Creature sospese tra l’amore e il dolore, tra desiderio e paura, tra la vergogna e la grazia…

Per non parlare di “Antropometria”: misurazione dell’essere umano, del corpo e delle sue componenti; ma anche, come suggerisce Paolo Zardi misurazione di esistenze, di relazioni, di micro mondi dentro cui ogni suo racconto si muove per coglierne le fratture, i cambiamenti, le trasformazioni inattese.
16 racconti dove l’autore mette in scena scorci di umanità a cui, con l’intensità della propria penna, ridà spessore e distanze che altrimenti non potremmo vedere, né percorrere, o tantomeno misurare.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome