Home ATTUALITÀ Dalla Flaminia al Mozambico… di corsa!

Dalla Flaminia al Mozambico… di corsa!

vivo.jpgVenerdì 26 settembre, con inizio alle ore 18, l’Unione Rugby Capitolina ospiterà nella sua sede di via Flaminia 867 la presentazione del libro di Lorenza Raponi “Il villaggio che corre”, storie vere di amicizia, sport e solidarietà che uniscono Italia e Mozambico. E, dopo gli incontri con i protagonisti, scatterà il “terzo tempo”…

Socia e amica della onlus O Viveiro, Lorenza Raponi descrive nel suo libro uno degli aspetti portanti dell’attività che quest’associazione sta portando avanti a Chitima, nella provincia di Tete, in Mozambico, dove sorge una magnifica struttura destinata all’accoglienza e alla formazione di ragazze in stato di necessità e di età compresa fra i 10 e i 15 anni.

Oltre all’area residenziale, a quella agricola e a quella destinata all’allevamento del bestiame, il centro è dotato anche di un campo di rugby e di una pista d’atletica che sono aperti a tutti gli abitanti del posto.

mozambico.jpgIl libro della Raponi include storie autentiche d’amicizia e di solidarietà imperniate sul viaggio a Chitima del rugbista Claudio Monacelli, sulla determinazione di Mattia Di Masi nel voler realizzare la pista d’atletica e sulla straordinaria vicenda di Livaldo Cheva Francisco, il giovane operaio mozambicano che ha corso per due volte la Maratona di Roma, piazzandosi al 272° posto (su 19.000 iscritti) nell’edizione 2014.

Monacelli, Di Masi e altri protagonisti di queste storie saranno presenti alla presentazione del libro, che sarà possibile acquistare versando un’offerta minima di dieci euro, somma che verrà interamente destinata al sostegno delle attività sportive del centro di Chitima.

Successivamente si potrà mangiare in compagnia pizza spicchiata, amatriciana, salsicce e patate e bere birra alla spina. La partecipazione al “terzo tempo” (15 euro a persona) va prenotata entro il 24 settembre inviando una mail a info@oviveiro.org o telefonando al numero 327.954.51.56.

Giovanni Berti

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome