Home ARTE E CULTURA I Corpi alla Deriva di Roma Nord

I Corpi alla Deriva di Roma Nord

corpi-deriva.jpgUn fiume di Corpi alla Deriva strariperà domenica 25 maggio al Circolo degli Artisti (Via Casilina Vecchia, 42). Cos’ha a che fare con VignaClaraBlog.it? Quattro ragazzi di Roma Nord hanno organizzato un concept event di arte, cultura e performance. Artisti di vari ambiti, accumunati dallo spirito dell’autoproduzione e del riciclo, esporranno, proietteranno o metteranno in vendita le loro opere.

Sempre più spesso, in questo periodo storico in cui molti giovani non riescono a divincolarsi dall’apatia generazionale, alcuni scelgono di puntare su più fronti seguendo e usando le proprie passioni come stimolo e come pretesto per restare a galla.

E’ quasi naturale, quindi, che talvolta su testate giornalistiche di nicchia si vedono scorrere tra le notizie in evidenza eventi, opere e progetti legati a nomi di persone della rivista. E ne parlano personalmente.

Ed eccoci, quindi, a parlare di noi.

La rassegna è organizzata da due redattori di Vignaclarablog.it (un cantautore e una critica d’arte), insieme ad una linguista e un’antropologa. Grazie a loro l’Associazione Le Figure Retoriche, fondata qualche anno fa e lasciata per molto tempo anch’essa alla deriva, rivive partendo da un’idea presa in prestito proprio da VignaClaraBlog.it: la denuncia dell’enorme quantità di materiali abbandonati per le strade di Roma.

Con una carambola ideologica si fa presto ad accomunare questi oggetti senza più utilità ad una metafora più complessa e “urgente”: lo stato di spaesamento e di frustrazione dovuto all’impossibilità e al mancato impiego e di poter usare le proprie competenze e capacità, ritrovandosi nel totale anonimato e abbandono.

Cosa sono i Corpi alla Deriva?

Sono idee, prima di tutto. Sono l’espressione di una multidisciplinarietà artistica, che diviene mezzo per raccontare una generazione. Giovani, quindi, che desiderano usare le proprie mani per autorealizzarsi, come mezzo per costruire ed esporre la propria identità.
Corpi tesi ad afferrare immaginarie zattere di esperienze, proprio perché è possibile evitare la deriva umana e culturale, se veramente si vuole.

Perché al Circolo degli Artisti?

A differenza della nostra zona di riferimento, in quartieri come San Lorenzo, Pigneto e Trastevere è possibile incontrare realtà più attente verso argomenti culturali. Di conseguenza è più facile trovare spazi per organizzare questo tipo di eventi. Ed è proprio il “principe” dei locali di Roma ad aver accolto la nostra iniziativa: il Circolo degli Artisti.

Quali sono le professionalità coinvolte?

Siamo quattro ragazzi, con quattro ruoli uniti e distinti allo stesso tempo.

Brunella Bonetti, presidentessa dell’Associazione Le Figure Retoriche, David Colangeli, marketing, comunicazione e organizzazione, Flavia Sciolette, responsabile dell’Ufficio Stampa, e Giulia Vincenzi, curatrice dell’esposizione e referente della sezione artistica.

Il loro organigramma aziendale non ha nulla da invidiare ad eventi che spesso bloccano il quartiere Flaminio, o organizzano funerali di stato. Purtroppo per mancanza di fondi e prospettive, il loro spirito imprenditoriale li relega ad un hobby senza scopo di lucro.

Ma parliamo dell’evento…

Tutto inizierà alle 18.00, si susseguiranno mostre di pittura, fotografia e fumetto, alternandosi ad esposizioni di artigianato di vario tipo, con accessori dei più diversi materiali di recupero: pelle, lana, metallo, creta, cialde di caffè.

Sarà data attenzione, quindi, a tematiche come il recupero e il riutilizzo, ma anche alla produzione biologica e a chilometro 0, grazie a venditori di prodotti bio, nonché a incontri con produttori e contadini locali: una cura che vogliamo investire in tutti i settori della vita quotidiana, grazie alla partecipazione all’evento di alcuni esperti che arricchiranno la nostra offerta di workshop con saponi e oli essenziali preparati dai partecipanti.

Chi invece vorrà provare qualcosa di diverso, potrà cimentarsi con pupazzi e maschere. Inoltre potremo riflettere assieme a diverse realtà, come Emergency e Greenpeace, ma anche su tematiche insospettate, come l’autoproduzione musicale ed editoriale con esperti del settore, come etichette indipendenti e riviste rappresentanti il panorama romano, come Cheap Sound, Exit Well, Indie City Crew, Just Kids, Oca Nera e altri ancora.

A questo già ricco programma faranno da controcanto spettacoli dal vivo, tra cui performance di body-painting e arte circense, a cui seguiranno in serata proiezioni di corti cinematografici alternati a piece teatrali di giovani compagnie, letture e improvvisazioni.

E sarà data parola anche alla bevanda degli dei, grazie al laboratorio di birra artigianale, che insegnerà la preparazione a quanti vorranno cimentarsi nell’impresa. Infine, Roma Nord ritorna prepotente sulla scena presentando in anteprima il nuovo episodio della serie Stoneface.

Vi aspettiamo, per naufragare insieme!

David Colangeli e Giulia Vincenzi

corpi-alla-deriva.jpg

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome